Asl, al via il servizio di ritiro online dei referti di laboratorio

Si parte dal 19 novembre. Come utilizzare il nuovo servizio

Foto di repertorio

Prosegue l’azione dell’Asl di Novara per agevolare i cittadini e permettere loro di fruire, in modo autonomo e più immediato, di alcuni servizi direttamente on line; dal 19 novembre sarà infatti attivato il servizio di ritiro on line dei referti di laboratorio.

Le persone interessate dovranno fare richiesta di utilizzo della modalità on line al momento dell’accettazione dell’esame allo sportello. Per scaricare il referto, dopo aver pagato il ticket (se dovuto), è necessario collegarsi al servizio ritiro referti online della Regione Piemonte all’indirizzo: https://www.sistemapiemonte.it/cms/privati/salute/servizi/798-ritiro-referti.

L’utente per accedere al servizio deve disporre di una delle credenziali che consentono l’autenticazione sicura: Spid in possesso dell’utente; Tessera Sanitaria/Carta Nazionale dei Servizi con lettore collegato al personal computer e attivata presso gli sportelli di medicina di base; Carta d’Identità Elettronica con lettore collegato al personal computer o tramite app Cie Id; credenziali rilasciate da Sistema Piemonte ottenibili presso gli sportelli di medicina di base (modalità attiva fino al 31/12/2019).

I cittadini che non optano per questo servizio potranno comunque continuare a ritirare i referti degli esami di laboratorio recandosi agli sportelli dislocati sul territorio dell’Asl No.

Il servizio di ritiro referti fa parte dei servizi online messi a disposizione dalla Regione Piemonte per consentire al cittadino di fruire comodamente di importanti servizi sanitari (fascicolo sanitario elettronico, pagamento del ticket, scelta e revoca del medico di famiglia, screening dei tumori femminili, ...). Tra questi strumenti riveste particolare importanza il fascicolo sanitario elettronico (Fse): un servizio che consente di raccogliere tutte le informazioni e i documenti prodotti sul territorio regionale da medici e operatori sanitari anche di strutture diverse (Aziende sanitarie locali, Aziende ospedaliere, medici di famiglia e pediatri...) e di metterle a disposizione dell’assistito e degli operatori sanitari che hanno in cura il paziente (previo consenso dell’interessato). Il fascicolo sanitario elettronico contiene ad oggi prevalentemente referti di laboratorio, ma nel corso del 2020 verrà arricchito con altra documentazione clinica (lettere di dimissione, verbali di pronto soccorso, referti di prestazioni specialistiche, prescrizioni e tutto il materiale che descrive gli eventi clinici). Il fascicolo sanitario elettronico è creato e arricchito con la documentazione clinica solo su richiesta del cittadino, che avrà anche facoltà di decidere se oscurare specifici eventi clinici. L’apertura del fascicolo è un’opportunità per migliorare i processi di cura che tutti i pazienti dovrebbero
cogliere. Gli utenti interessati possono aprire il proprio fascicolo sanitario elettronico autonomamente attraverso il sito della Regione Piemonte https://www.sistemapiemonte.it/cms/privati/salute/servizi/796-fascicolo-sanitario-elettronico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ricetta della paniscia novarese

  • Incidente sul lavoro a Novara, operaio cade dal ponteggio: morto sul colpo

  • Bellinzago, trovata morta in casa da oltre dieci giorni: 20 cani senza cibo e cure

  • Incidente sul lavoro a Novara, si indaga per capire perchè sia caduto dal ponteggio l'operaio

  • Cosa fare in città: gli appuntamenti del fine settimana del 7 e 8 dicembre

  • Incidente a Castellazzo: perdono il controllo dell'auto e si ribaltano nel canale

Torna su
NovaraToday è in caricamento