Coronavirus, assunti oltre mille operatori sanitari per l'emergenza

Si tratta di 214 medici, 497 infermieri e 388 operatori socio sanitari

Foto di repertorio

Dall’insediamento dell’Unità di crisi della Regione ad oggi, sono complessivamente 1099 le risorse umane aggiuntive assunte dalle Aziende sanitarie regionali del Piemonte per fronteggiare l’emergenza legata alla diffusione del "coronavirus Covid-19".

Coronavirus, la Regione scrive al Governo: "Situazione al limite: chiediamo una via di priorità d'urgenza"

Si tratta di 214 medici, 497 infermieri e 388 operatori socio sanitari. In particolare, le nuove risorse risultano così distribuite per Asl: 190 all'Asl To3, 140 alla Città di Torino, 117 all'ospedale di Novara, 110 alla Città della Salute di Torino, 99 all'Asl Vercelli, 89 all'Asl Cn1, 70 all'ospedale San Luigi di Orbassano, 49 all'Asl Alessandria, 41 all'ospedale Santa Croce Carle di Cuneo, 40 all'ospedale Mauriziano di Torino, 33 all'Asl To4, 28 all'ospedale di Alessandria, 26 all'Asl Biella, 23 all'Asl To5, 23 all'Asl Asti, 10 all'Asl Cn2, 6 all'Asl Novara e 5 all'Asl Vco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trecate, in una notte smontano e saccheggiano gli interni di due Bmw

  • Novara, rissa in strada a Sant'Agabio con chiavi inglesi, spranghe e bastoni

  • Coronavirus, da lunedì 1° marzo il Piemonte torna in zona arancione: cosa cambia

  • Coronavirus | Vco, salgono i contagi: rischio zona rossa in alta Ossola?

  • Coronavirus: il Piemonte resta in zona arancione, ma da sabato previste nuove restrizioni

  • Ponte di Oleggio, da ore si cerca una donna dispersa nelle acque del Ticino

Torna su
NovaraToday è in caricamento