Coronavirus, in Piemonte continua il reclutamento di personale sanitario per affrontare l'emergenza

In tutto sono 1467 le risorse umane aggiuntive reclutate con diverse forme contrattuali dalle Aziende sanitarie regionali

Foto di repertorio

Continua il potenziamento delle personale del servizio sanitario regionale per affrontare l’emergenza sanitaria legata al coronavirus.

Dall’apertura dell’Unità di crisi ad oggi, in Piemonte sono complessivamente 1467 le risorse umane aggiuntive reclutate con diverse forme contrattuali dalle Aziende sanitarie regionali. Tra queste, 269 medici, 692 infermieri e 461 operatori socio-sanitari.

In particolare, precisano dalla Regione, le nuove risorse risultano così distribuite: 202 all'Asl To3, 159 alla Città di Torino, 113 all'ospedale di Novara, 333 alla Città della Salute di Torino, 108 all'Asl Vc, 91 all'Asl Cn1, 77 all'ospedale San Luigi di Orbassano, 41 all'Asl Al, 46 all'ospedale Santa Croce Carle di Cuneo, 49 all'ospedale Mauriziano di Torino, 52 all'Asl To4, 44 all'ospedale di Alessandria, 51 all'Asl Bi, 46 all'Asl To5, 22 all'Asl At, 10 all'Asl Cn2, 13 all'Asl No e 10 all'Asl Vco.

"La battaglia che si combatte ogni giorno contro il coronavirus - ha commentato l’assessore regionale alla Sanità Luigi Genesio Icardi - non conosce sosta. Siamo soddisfatti della risposta dei medici, degli infermieri e degli operatori socio-sanitari, il sistema sta facendo ricorso a tutte le risorse disponibili per affrontare al meglio l’emergenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, dal 3 giugno niente più mascherina obbligatoria all'aperto in Piemonte

  • Mauro Icardi e Wanda Nara comprano casa a Galliate

  • Le spiagge più belle del Lago D'orta

  • Tragedia a Romagnano Sesia, 22enne annegato nel Sesia

  • Coronavirus, +57 positivi in Piemonte: stabile la situazione a Novara, ma c'è un decesso

  • Tragedia a Cerano, i vigili del fuoco entrano in casa e trovano un 58enne morto

Torna su
NovaraToday è in caricamento