Riconoscere e affrontare la depressione

Riconoscere la depressione già dalle sue fasi iniziali è fondamentale per ricevere cure adeguate e aumentare le probabilità di guarigione. Ecco una breve guida per conoscere cause, sintomi e possibili trattamenti

La depressione non è improvvisa, ma è preceduta da giorni o settimane durante le quali la persona avverte sintomi psicologici, emotivi e fisici indicativi, ai quali però spesso non si dà importanza; invece, riconoscerla già dalle sue fasi iniziali è fondamentale: ricevere cure adeguate senza lasciar passare troppo tempo permette infatti di aumentare la probabilità di guarigione senza conseguenze negative, sia emotive che fisiche.

La depressione è due volte più comune nelle femmine adolescenti e adulte che nei maschi adolescenti e adulti. 

Il disturbo depressivo può esordire ad ogni età, con un’età media di esordio intorno ai 25 anni. Alcuni hanno episodi di depressione maggiore isolati seguiti da molti anni senza sintomi, mentre altri hanno gruppi di episodi, e altri ancora hanno episodi sempre più frequenti con l’aumentare dell’età.

Generalmente per la diagnosi di depressione occorre che 5 o più dei seguenti sintomi siano stati contemporaneamente presenti durante un periodo di 2 settimane e rappresentino un cambiamento rispetto al precedente livello di funzionamento; almeno uno dei sintomi dev’essere costituito da umore depresso o perdita di interesse o piacere.

I SINTOMI DELLE DEPRESSIONE

  1. Umore depresso per la maggior parte del giorno, quasi ogni giorno, come riportato dal soggetto o come osservato da altri.
  2. Marcata diminuzione di interesse o piacere per tutte, o quasi tutte, le attività per la maggior parte del giorno, quasi ogni giorno. Infatti la perdita di piacere nello svolgere hobby o attività che prima erano attivamente ricercate è una caratteristica sempre presente nei disturbi depressivi. Vi può essere ritiro sociale, abbandono delle occupazioni piacevoli o diminuzione del piacere sessuale.
  3. Significativa perdita di peso, in assenza di una dieta, o significativo aumento di peso, oppure diminuzione o aumento dell'appetito quasi ogni giorno.
  4. Insonnia o ipersonnia quasi ogni giorno.
  5. Agitazione o rallentamento psicomotorio quasi ogni giorno.
  6. Affaticamento o mancanza di energia quasi ogni giorno.
  7. Sentimenti di autosvalutazione oppure sentimenti eccessivi o inappropriati di colpa quasi ogni giorno.
  8. Diminuzione della capacità di pensare o concentrarsi, o difficoltà a prendere decisioni, quasi ogni giorno.
  9. Ricorrenti pensieri di morte, ricorrente ideazione suicida senza elaborazione di piani specifici, oppure un tentativo di suicidio o l'elaborazione di un piano specifico per commettere suicidio.

I disturbi della depressione

  • I sintomi causano disagio clinicamente significativo o un'alterazione del funzionamento sociale, lavorativo, o di altre importanti aree.
  • I sintomi non sono dovuti agli effetti fisiologici diretti di una sostanza o a una condizione medica generale.
  • I sintomi non sono meglio giustificati da lutto, cioè dopo la perdita di una persona cara i sintomi persistono per più di due mesi o sono caratterizzati da una compromissione funzionale marcata, autosvalutazione patologica, ideazione suicidaria, sintomi psicotici o rallentamento psicomotorio.

Trattamento della depressione

I principali tipi di trattamento per la depressione sono quello medico e quello psicologico. Spessissimo poi, questi trattamenti vengono combinati per un’efficacia maggiore. Il trattamento medico prevede la prescrizione di farmaci, mentre quello psicologico si riferisce alla psicoterapia, che si articola in diversi approcci teorici e clinici. La psicoterapia può essere utilizzata da sola, per le forme meno gravi di depressione, o in combinazione con farmaci per le forme più gravi.
E’ importante che venga effettuata per tempo una diagnosi medica precisa e che vengano messi in atto interventi specifici come trattamenti medici o psicologici. I disturbi depressivi infatti tendono a peggiorare nel corso del tempo rendendo sempre più difficile e lungo il trattamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: il cambio di colore sarà sabato o domenica?

  • Novara, tragedia al centro commerciale: si sente male e muore alle casse dell'Ipercoop

  • Coronavirus, cosa è consentito fare in zona arancione: le regole per Novara e il Piemonte

  • Dpcm: le nuove regole per asporto, spostamenti, sci e scuole. Piemonte verso la zona arancione

  • Coronavirus, nuovo decreto: niente spostamenti tra regioni, il Piemonte verso l'area arancione

  • Coronavirus, fino a quando il Piemonte sarà in zona arancione?

Torna su
NovaraToday è in caricamento