Sportello di ascolto e accoglienza per le famiglie del Servizio di Neuropsichiatria Infantile dell’Asl

In questo momento di emergenza sanitaria legata al contenimento della diffusione della Covid-19, il Servizio di Neuropsichiatria Infantile dell’Asl NO ha adottato nuove modalità di lavoro tramite telefono e on line, per rispondere ai bisogni dei bambini e degli adolescenti, soprattutto se affetti da problematiche psicologiche, neurologiche e psichiatriche dell’età evolutiva e per offrire supporto psicologico alle famiglie

La consulenza telefonica vuole prevenire lo sviluppo di situazioni difficili, scompensi familiari e disturbi psichici tra i quali stati ansiosi e disturbi post-traumatici

Nel corso del colloquio telefonico sono fornite indicazioni su crisi comportamentali, sono proposte strategie educative per la gestione dei comportamenti problema e consigliate attività diverse per la gestione del tempo  dei giovanissimi, che in questo momento  non è impegnato nelle consuete attività fuori casa. La mancanza dei soliti punti di riferimento e il cambiamento nella loro quotidianità complica ulteriormente l’equilibrio dei minori e delle loro famiglie.

 Per contattare lo sportello di ascolto e accoglienza telefonico per le famiglie occorre telefonare allo 0322 848330 dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle  12.00.

Nella rete di supporto collaboriamo con:

·    Neuropsichiatria Infantile Azienda Ospedaliero Universitaria Maggiore della Carità di Novara che è possibile contattare allo 0321 3734846 dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00;.

·    Associazione EMDR Italia che è possibile contattare, per i residenti del Comune di Novara attraverso il seguente indirizzo mail: emdrnovara@gmail.com

 Il  Servizio di Neuropsichiatria Infantile prosegue nell’attività con le modalità indicate per i soggetti presi in carico tramite:

Ø    supporto psicologico dei genitori e il sostegno nell’utilizzo del materiale fornito;

Ø    supporto psicologico e neuropsichiatrico ad adolescenti individualmente e in piccolo gruppo;

Ø    indicazioni sulle crisi comportamentali e sulla gestione dei comportamenti problemi;

Ø    suggerire strategie di articolazione della giornata durante la permanenza a casa;

Ø    preparazione e invio di materiale utile al proseguimento del percorso riabilitativo in modalità casalinga (schede, storie sociali, immagini, quaderni di comunicazione…);

Ø    accogliere necessità emergenti;

Ø    colloqui telefonici con insegnanti e operatori esterni per la condivisione di obiettivi e modalità di lavoro indiretto e omogeneo.

E’ possibile consultare e scaricare materiale alla pagina del sito internet dell’Asl NO: https://www.asl13.novara.it/intranet/L-URP/Coronavirus/ascolto-adolescenti.htm

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

  • Ahmadreza Djalali, si avvicina la pena di morte per il ricercatore novarese detenuto in Iran

  • Motocross tra le risaie del Torrion Quartara: 2400 euro di multe per 3 motociclisti

Torna su
NovaraToday è in caricamento