Novara, al via la campagna di vaccinazione dei dipendenti dell'ospedale Maggiore

Testimonial d'eccezione, il rettore dell'Università del Piemonte orientale e direttore della Scdu Medicina d'accettazione e d'urgenza Gian Carlo Avanzi

Il prof. Avanzi

E’ iniziata ieri mattina, lunedì 11 novembre, la campagna di vaccinazione dei dipendenti dell’azienda ospedaliero-universitaria di Novara: testimonial d’eccezione, il rettore dell’Università del Piemonte orientale (nonché direttore della Scdu Medicina d’accettazione e d’urgenza dell’Aou) prof. Gian Carlo Avanzi e altri direttori di struttura.

"La vaccinazione degli operatori sanitari - spiegano dall'ospedale Maggiore - è importante perché una efficace copertura da vaccino non solo per la salute stessa degli operatori e per ridurre le assenze da malattia che, proprio nel momento in cui il ‘picco’ dei malati potrebbe essere al massimo, rischia di creare difficoltà nella gestione delle risorse umane, ma anche e soprattutto per salvaguardare i pazienti, in particolare quelli immunodepressi".

Lo slogan di quest’anno è "Influenza? No grazie, io sono vaccinato", che è riportato anche sulle spille distribuite al personale sanitario vaccinato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primi due casi positivi nelle scuole di Novara

  • Esce da scuola e scompare: 11enne di Trecate ritrovata a Magenta

  • Casalbeltrame: sabato i funerali di Carlo e Veronica, i due fratelli morti in un incidente in moto

  • Incidente mortale a Piancavallo, motociclista si schianta e perde la vita

  • Cosa fare in città: tutti gli eventi del fine settimana del 19 e 20 settembre

  • Cerano, rissa in pieno pomeriggio: coinvolti tanti ragazzi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento