Come pulire e igienizzare i condizionatori di casa

Per avere sempre aria pulita è fondamentale igienizzare a fondo il condizionatore che hai in casa. Scopri subito come pulirlo esternamente e internamente!

La manutenzione del condizionatore è un’operazione tanto importante quanto necessaria per migliorarne l’efficienza energetica e per non rischiare di riempire i nostri ambienti con aria insalubre.

 La prassi perfetta da seguire sarebbe pulirlo a maggio quando cominci ad accendere il condizionatore in previsione dell’estate e ad ottobre prima di congedarlo durante i mesi freddi!

Come pulire i condizionatori di casa

Prima di iniziare qualsiasi manovra ricordati di staccare la presa dell’alimentazione elettrica per non correre rischi!

Una volta che la corrente sarà stata interrotta togli il coperchio esterno dello split e con un aspirapolvere togli lo sporco più evidente. Tolto il primo strato di polvere prendi una spugna in microfibra che pulisce a fondo rimuovendo tutti i tipi di sporco, anche quello umido e l’unto.

Dopo aver pulito in modo generale la parte interna del condizionatore passiamo alla pulizia del filtro. Se il tuo condizionatore ha all’interno dei carboni attivi puoi togliere solo quelli esausti e lavare a parte con un po’ d’acqua tiepida quelli buoni. 

Per quanto riguarda il filtro vero e proprio – dotato di una rete di nylon – puoi rimuoverlo delicatamente e togliere la polvere superficiale soffiandoci sopra con un compressore. Fatto questo puoi lavarlo a mano con acqua tiepida e un sapone neutro. Dopo averlo risciacquato più volte mettilo all’aria aperta, lontano dalla luce diretta del sole. Una volta che i filtri sono asciutti spruzza su un pennello iuno sgrassatore e passalo in modo omogeneo su tutta la superficie del tuo filtro. 

A questo punto passa alla pulizia di tutte le bocchette di emissione e delle canalizzazioni del tuo condizionatore.

Solo quando le bocchette saranno asciutte e brillanti inserisci di nuovo il filtro igienico all’interno dell’apparecchio. Dopo che avrai pulito per bene ogni elemento interno del condizionatore, accendilo per essere sicura che funzioni perfettamente e che l’aria esca in modo omogeneo. 

Per fare un lavoro ancora più accurato prendi un po’ di tempo per igienizzare anche l’unità esterna del tuo condizionatore perché è possibile che sia intasato anch’esso da pollini, smog e polvere! Stacca la corrente anche in questo caso e con un compressore rimuovi tutto lo sporco superficiale e passa poi un panno umido con un prodotto specifico che uccida tutti i germi e i batteri presenti. 

Controlla bene che le tubazioni esterne non siano rovinate altrimenti dovrai provvedere a farle sostituire da un professionista. Ricordati di coprire il tuo apparecchio esterno durante i mesi freddi dell’anno: un telo apposito lo proteggerà contro gli agenti atmosferici e lo sporco e vedrai la differenza alla prima accensione!  

La ricerca di eventuali perdite di gas

L’ultima operazione da fare per essere tranquilli di aver effettuato una corretta manutenzione del proprio condizionatore è la verifica di eventuali perdite del gas refrigerante.

Si tratta di un problema frequente che, oltre ad essere pericoloso, causa un grave malfunzionamento del condizionatore con un calo di rendimento e un conseguente aumento dei consumi energetici.

Il controllo del gas deve essere effettuato da un’azienda certificata con personale in possesso del patentino per operare con i gas refrigeranti (Fgas) e l’operazione costa circa 100 euro. Ma ci sono aziende che propongono la pulizia dei filtri, la sanificazione, il controllo del livello del gas, della batteria e la pulizia del tubo condensa anche a 70 euro.

E’ possibile inoltre che il nostro apparecchio abbia bisogno di una ricarica di gas, se notiamo che non raffresca più l’ambiente come una volta. In commercio esistono dei kit che consentono di ricaricare il gas refrigerante del condizionatore in modalità fai-da-te; tuttavia, si tratta di un’operazione che richiede esperienza nell’uso della strumentazione e del gas stesso.

Inoltre, ogni modello di condizionatore utilizza un diverso tipo di gas, dunque è meglio rivolgersi ad una ditta specializzata che verificherà anche i collegamenti tra tubature e saldature.

Anche il condensatore del condizionatore va periodicamente controllato per verificare che gli scambi termici avvengano in maniera adeguata e che il tubo di scarico non sia ostruito. Anche quest’operazione va effettuata da un tecnico manutentore.

Per concludere...

Se stai valutando l’acquisto di un climatizzatore, non andare a caso e non farti prendere dalla fretta dovuta ai primi caldi. Di modelli in commercio ce ne sono tanti e per prima cosa è importante capire qual è quello più adatto alle tue esigenze e al tipo di abitazione.

Proteggersi dagli insetti: i migliori modelli di zanzariere in vendita online!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Richiesta di aumento potenza del contatore elettrico: perchè e come farla

  • Tutti i consigli per affittare casa velocemente

  • Tutte le idee per arredare la cameretta

  • Come avere un giardino rigoglioso

  • Come montare la porta a scomparsa

Torna su
NovaraToday è in caricamento