Venerdì, 17 Settembre 2021
Giardino

Bonus verde: che cos'è e come ottenerlo

Rinnovare il terrazzo o il giardino sarà meno dispendioso grazie alla detrazione del 36% prevista dal bonus

Foto di repertorio

Se state pensando di progettare un nuovo angolo verde in giardino o in terrazzo, il bonus verde 2021 è sicuramente un'agevolazione da tenere in considerazione. 

Il bonus prevede infatti la detrazione fiscale del 36% per la riqualifica di giardini, balconi e terrazzi di immobili ad uso abitativo, sia che si tratti di unità abitative singole, sia di edifici condominiali; in questo caso, però, i condomini potranno ricevere il rimborso solo qualora abbiano contribuito economicamente all'esecuzione dei lavori e in base ai limiti della loro quota millesimale. 

L'importo massimo detraibile è di 5mila euro, l'importo massimo del rimborso sarà quindi di 1800 €, ripartito in quote costanti per 10 anni a partire dall'anno in cui si sono sostenute le spese.

L'agevolazione sarà invece della metà, qualora la richiesta venga fatta per immobili adibiti promiscuamente all'esercizio di una professione o di una attività commerciale. 

Chi sono i beneficiari

  • Proprietari di immobili
  • Nudi proprietari
  • Chi possiede l'usufrutto
  • Inquilini in affitto
  • Chi possiede l'immobile in comodato
  • Imprese
  • Enti pubblici o privati che corrispondono l'Ires
  • Case popolari

Nel caso in cui l’immobile su cui sono stati realizzati i lavori venga venduto prima del termine della detrazione, la restante somma viene trasferita al nuovo acquirente, salvo accordi differenti tra le parti.

Le spese che rientrano nel bonus

  • Impianti di irrigazione
  • Realizzazione pozzi
  • Sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni
  • Grandi potature
  • Riqualificazione prati
  • Realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili
  • Piante e arbusti
  • Spese di progettazione relative a lavori successivamente effettuati

Dalla detrazione sono escluse la manutenzione ordinaria e l’acquisto si attrezzature specifiche.

Documentazione necessaria

  • Fatture o ricevute con codice fiscale del beneficiario della detrazione e la descrizione dell’intervento
  • Documentazione dell’avvenuto pagamento delle spese, che dovrà essere effettuato con modalità tracciabile: bancomat, carta di credito, bonifico bancario o postale, assegno non trasferibile
  • Autocertificazione in cui si attesta che le spese non hanno superato il limite massimo previsto dalla detrazione

Nel caso del condominio, l’amministratore deve presentare la dichiarazione di aver adempiuto a tutti gli obblighi previsti dalla legge, la somma corrisposta dal condomino e quella della detrazione. Se l'edificio non ha un codice fiscale e lo stabile è composto da un numero non superiore a 8 condomini, si deve presentare l’autocertificazione con i lavori effettuati e i dati catastali delle unità immobiliari.

Prodotti online

Sistema di irrigazione da giardino

Forbici per innesto e potatura

Tagliaerba

Decespugliatore a batteria

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus verde: che cos'è e come ottenerlo

NovaraToday è in caricamento