Martedì, 15 Giugno 2021
Ristrutturare

Bonus zanzariere: che cos'è e come ottenerlo

Tutto quello che c'è da sapere sull'agevolazione fiscale prevista dalla legge di Bilancio 2021

Foto di sandid da Pixabay

Il bonus zanzariere rientra nel pacchetto dell'Ecobonus, che prevede la detrazione fiscale per i lavori di efficientamento energetico. Per questo motivo, è possibile ottenere l'agevolazione fiscale del 50% soltanto qualora le zanzariere schermino la casa per limitarne i consumi. 

La spesa massima detraibile è fissata a 60mila euro e riguarda gli acquisti e le installazioni effettuati fino al 31 dicembre 2021, pagati attraverso bonifico bancario e di cui si possiedono fatture o ricevute. La detrazione Ires o Irpef è del 50% ed è recuperabile in 10 rate annuali di pari importo in fase di dichiarazione dei redditi.

Il bonus zanzariere può essere richiesto soltanto qualora le zanzariere rispondano a determinati requisiti, quali la marcatura CE, la certificazione che il prodotto è conforme agli standard comunitari in materia di salute e sicurezza. In più, il loro valore Gtot inferiore a 0,35: questo valore attesta l'efficienza della schermatura solare della zanzariera e di conseguenza la sua capacità di protezione dall'irraggiamento solare. Infine, devono proteggere una superficie vetrata, devono essere montate all'esterno della finestra, all'interno o integrate all'infisso in modo stabile e devono essere regolabili. 

Zanzariere magnetiche: la guida all'acquisto

La domanda per ottenere l'agevolazione deve essere presentata a Enea entro 90 giorni dal termine dei lavori sia da persone fisiche che da soggetti giuridici per tutte le categorie di immobili, sia che si tratti di abitazioni private che locali commerciali o produttivi, in particolare:

  • il proprietario dell'immobile
  • chi detiene l'usufrutto o altro diritto reale su immobile
  • l'inquilino in affitto
  • il comodatario
  • i condomini per le parti comuni
  • imprese
  • associazioni di professionisti
  • enti pubblici e privati che versano l'Ires
  • case popolari 

Oltre alla copia dellla ricevuta del bonifico, bisognerà conservare e presentare la certificazione del fornitore che attesta la conformità del prodotto e i suoi requisiti tecnici, la documentazione in originale inoltrata ad Enea e le schede tecniche dei componenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus zanzariere: che cos'è e come ottenerlo

NovaraToday è in caricamento