Cronaca

2,5 milioni di euro per restaurare il patrimonio artistico anche nel novarese

Il bando di Fondazione Crt ha coinvolto 155 beni in Piemonte e Valle d'Aosta. Tra questi anche il gruppo scultoreo della chiesa di Santa Maria Assunta a Orta San Giulio

Sono 155 i beni mobili e immobili di pregio che rinasceranno in tutto il Piemonte e la Valle d’Aosta grazie al bando Restauri Cantieri Diffusi della Fondazione CRT.

Interventi di restauro anche nel novarese, sulle rive del Lago d’Orta, dove il contributo della Fondazione CRT sarà utilizzato sia per la nicchia affrescata, sia per il gruppo scultoreo in legno policromo della chiesa di Santa Maria Assunta in Orta San Giulio.

Con 2,5 milioni di euro assegnati, l’edizione 2016 del bando ha sostenuto in via prioritaria i lavori di restauro e consolidamento delle cappelle campestri diffuse sul territorio rurale e il recupero di beni mobili quali, in particolare, tele, organi, statue, arredi lignei. Tenuto conto di queste priorità, sono risultati vincitori di questa edizione anche gli interventi per il restauro e il risanamento conservativo di altri beni immobili tutelati di rilevante valore culturale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

2,5 milioni di euro per restaurare il patrimonio artistico anche nel novarese

NovaraToday è in caricamento