Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Dalla Fondazione Comunità del Novarese 300mila euro per le associazioni

Sono 22 i progetti selezionati nella seconda "finestra" del 2016 e premiati con un contributo economico. Si va dai servizi socio assistenziali alla valorizzazione e al restauro delle opere d'arte

I premiati

Tra i progetti premiati, c'è anche "Aggiungi un posto a tavola" presentato dalla Rete Nondisolopane che ogni giorno accoglie alle mense sociali di Arona e Borgomanero circa 50 persone. Il progetto si pone l'obiettivo di creare una rete di ristoranti (almeno a Borgomanero) che accettino di accogliere una o due volte la settimana utilizzatori delle mense accompagnati da un volontario. In questo modo, si favorirà più socializzazione, evitando ancor più di creare "ghetti” ed evitando di cadere nella logica dell'assistenzialismo, impiegando i beneficiari nella realizzazione di piccoli lavori di manutenzione, tramite il pagamento con voucher.

Premiato anche il progetto di ForLife Onlus, che nasce dalla necessità di dare supporto a numerose famiglie indigenti sia italiane sia straniere residenti sul territorio. Da anni l'associazione collabora con il Centro di pronta accoglienza distribuendo farmaci e alimenti per l'assistenza dei bambini da 0 a 1 anno d’età. Il progetto vuole estendere il sostegno ai bambini da 1 anno a 2 anni, in modo da contrastare la povertà attraverso la distribuzione gratuita di generi di prima necessità.

Ha ricevuto un contributo anche il progetto dell'associazione scientifica italiana di psicologia perinatale di Arona, che intende offrire un perscorso di accompagnamento al lutto perinatale alle famiglie del territorio aronese.

L'associazione "Il Timone" di Novara ha invece ottenuto un finanziamento per il progetto "La famiglia al Timone - gioco e terapia a Km 0", dedicato alle famiglie del territorio con bambini portatori di ritardi cognitivi.

Degno di nota anche l'iniziativa dell'associazione Mimosa - Amici del Dh oncologico di Borgomanero, che sostiene da anni i pazienti oncologici distribuendo gratuitamente farmaci non mutuabili.

L'associazione Enrico Micheli, che gestisce il Centro per l'autismo di Novara, ha invece presentato un progetto innovativo per rendere il centro accessibile a tutti gli utenti, aiutando in questo modo le famiglie. Le esigenze di trasporto per i disabili saranno soddisfatte attivando delle borse lavoro per autisti in modo da aiutare non solo chi è in cura presso il Centro per l'autismo, ma anche le persone disoccupate.

Tra i progetti del bando per soggiorni per persone con disabilità intellettive e/o relazionali, sono stati premiati "Vado in vacanza da solo" di Agbd Onlus, che propone una vacanza-lavoro ai ragazzi con sindrome di Down, e "Un sospiro di sollievo" di Angsa, che in collaborazione con Rotary Act propone soggiorni vacanza per una ventina di ragazzi autistici, che potranno fare un'esperienza lontano da casa, dando così un po' di sollievo alla famiglia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Fondazione Comunità del Novarese 300mila euro per le associazioni

NovaraToday è in caricamento