Arona, violenza sessuale su un ragazzo: ex frate condannato a 4 anni

Giulio Manera era il responsabile della comunità Villa Picco

4 anni e 4 mesi di reclusione per violenza sessuale nei confronti di un giovane, appena maggiorenne.

Giulio Manera, ex frate cappuccino responsabile della comunità Villa Picco di Arona, è stato condannato dal tribunale di Verbania nella giornata di giovedì con rito abbreviato, con lo sconto quindi di un terzo della pena, e dovrà risarcire la sua vittima con 10mila euro. 

I fatti sarebbero accaduti tra il 2014 e il 2016, quando Manera era responsabile della comunità aronese: il giovane ha raccontato di aver subito ripetuti abusi, anche con atti sessuali completi, da parte dell'ex religioso. Altri due ragazzi, anche loro appena maggiorenni, hanno raccontato di episodi simili, ma le loro denunce sono state archiviate perchè presentate fuori dai termini di legge.

Manera nel 2016 aveva lasciato la comunità e si era trasferito in Africa, nella diocesi di Malindi. Nel 2017 era scoppiato il caso e il frate si era prima congedato per motivi di salute e poi era stato ridotto allo stato laicale. 

I difensori dell'ex frate hanno già annunciato il ricorso in appello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: il cambio di colore sarà sabato o domenica?

  • Coronavirus, il Piemonte rischia la zona arancione

  • Novara, tragedia al centro commerciale: si sente male e muore alle casse dell'Ipercoop

  • Coronavirus, cosa è consentito fare in zona arancione: le regole per Novara e il Piemonte

  • Dpcm: le nuove regole per asporto, spostamenti, sci e scuole. Piemonte verso la zona arancione

  • Coronavirus, nuovo decreto: niente spostamenti tra regioni, il Piemonte verso l'area arancione

Torna su
NovaraToday è in caricamento