rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca Cittadella / Via Juvarra

"Fate presto, il mio patrigno sta male": la chiamata dell'accoltellatore al 118

La tragedia si è consumata ieri alla Rizzottaglia, in via Juvarra. Dietro al tragico gesto una situazione familiare difficile

É stato lo stesso Andrea Corallo, 27 anni, a chiamare i soccorsi. La tragica vicenda che ieri ha scosso tutta la città nasce da una situazione domestica tesa e complicata. 

Davide Gabasio aveva sposato in seconde nozze una donna con un figlio, Andrea Corallo appunto. La donna però è morta qualche anno fa a seguito di una lunga malattia. A vivere nell'appartamento di via Juvarra erano rimasti i due uomini. I vicini raccontano di frequenti litigi, a quanto pare scatenati dalla difficile situazione economica in cui versava la famiglia.

Davide, il patrigno, non aveva un reddito fisso, ma si arrangiava con lavori temporanei. Andrea, invece, era disoccupato da diverso tempo. Pare che il motivo della maggior parte dei litigi tra i due fosse la mancanza di lavoro di Andrea, a cui il patrigno rinfacciava di non essere in grado di mantenersi da solo.

Ieri l'ennesima lite è sfociata in tragedia: sembra che Andrea abbia accoltellato il patrigno in un impeto d'ira.

Il giovane è stato portato in questura con i vestiti ancora sporchi di sangue e in stato di shock: sembra che si sia chiuso in silenzio e non abbia riferito alle Forze dell'ordine nulla che chiarisse le dinamiche dell'aggressione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fate presto, il mio patrigno sta male": la chiamata dell'accoltellatore al 118

NovaraToday è in caricamento