Cronaca Santa Rita / Via Valsesia

Novara, accoltellato in strada a Santa Rita: "Volevo difendermi" dice l'aggressore

Lorenzo Rivani si trova in carcere per aver ucciso Nikaj Caf durante una lite

Il condominio dove abitavano vittima e aggressore. Nel riquadro Nikaj Caf

"Volevo difendermi": sarebbero queste le parole di Lorenzo Rivani, il 63enne che sabato ha colpito e ucciso un vicino di casa durante una lite.

Rivani si trova ora nel carcere di Novara dopo l'arresto e i primi interrogatori. Secondo la sua versione la lite con la vittima, Nikaj Caf, 59 anni, sarebbe degenerata e il colpo inferto all'addome con un coltello da cucina sarebbe stato per legittima difesa. Gli inquirenti stanno lavorando per capire se si sia trattata davvero di una colluttazione finita male o se sia una vendetta premeditata, visto che i due vicini di casa avevano già avuto numerose discussioni.

Chi sono vittima e aggressore

Nikaj Caf, cittadino albanese in Italia da moltissimi anni, abitava in un condominio di via Valsesia con la moglie a casa di un anziano, per cui lavorava come collaboratore domestico. Rivani invece abitava al piano superiore, da solo. I vicini parlano di qualche discussione che i due avevano avuto a causa, forse, della bicicletta di Rivani che restava spesso parcheggiata nel cortile condominiale: nessuno però si aspettava un epilogo del genere.

La lite e il coltello

La versione fornita da Rivani, che ha detto di essere sotto shock, non è però completa. Secondo le prime ricostruzioni degli inquirenti Rivani e Caf si sono incontrati casualmente per strada. É scoppiata una lite e uno dei due ha estratto un coltello. Il 59enne è stato ferito gravemente ed è stato proprio Rivani a chiamare il 112, dicendo di aver colpito l'altro per difendersi, tornando poi nel suo appartamento dove è stato trovato dagli agenti della questura. Aveva ancora addosso gli abiti sporchi di sangue e pare avesse alcune ferite superficiali, forse dovute proprio alla colluttazione. 

La morte e l'arresto

Le condizioni di Nikaj Caf sono parse da subito gravi al personale del 118 intervenuto sul posto: l'uomo si è trascinato in strada chiedendo aiuto. Nonostante la corsa in ospedale e il ricovero in rianimazione per lui non c'è stato nulla da fare, la ferita all'addome era troppo grave e l'uomo aveva perso troppo sangue. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, accoltellato in strada a Santa Rita: "Volevo difendermi" dice l'aggressore

NovaraToday è in caricamento