rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca

Agente aggredito da un detenuto al 41 bis nel carcere di Novara

Il detenuto ha sferrato un pugno in faccia all'agente di polizia penitenziaria

Un agente di polizia penitenziaria aggredito nel carcere di Novara.

Lo comunicano le organizzazioni sindacali del comparto sicurezza della polizia penitenziaria Sinappe, Osapp, Uil pa P.P., FNS Cisl e FP Cgil, che spiegano che il 20 gennaio un detenuto, sottoposto al regime 41 bis, ha sferrato un pugno in faccia ad un agente. L'agente è stato soccorso dal personale e poi accompagnato in ospedale: per lui una prognosi di sette giorni per il colpo ricevuto. 

"La situazione sta divenendo davvero difficile e drammatica in Piemonte - dicono le organizzazioni sindacali - soprattutto a Novara e altri istituti penitenziari. È necessario che il personale in occasione di fatti di evidente violenza, abbia direttive operative chiare e trasparenti da seguire che prevedono il necessario utile utilizzo dei mezzi di coercizione e dell’equipaggiamento già in dotazione per fronteggiare tali eventi senza subire tali gratuite lesioni. Il nuovo governo non può non attenzionare questa gravissima e drammatica situazione che deve essere assolutamente prioritaria e che deve necessariamente inserire in un piano di emergenza nazionale senza ulteriore ritardo". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agente aggredito da un detenuto al 41 bis nel carcere di Novara

NovaraToday è in caricamento