Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Attentato a Tunisi: allestita la camera ardente al Broletto per Francesco Caldara

La salma giunta dopo la mezzanotte a Novara. Domani i funerali in Cattedrale. La compagna Sonia Reddi ancora in ospedale

Sono stati numerosi i novaresi che hanno voluto rendere omaggio a Francesco Caldara.  La camera ardente, allestita all'interno della Sala dell'Accademia del complesso monumentale del Broletto, ha infatti visto molte persone per tutta la giornata, che si sono strette attorno ai familiari del pensionato della Sun, rimasto vittima dell'attentato di Tunisi di mercoledì

La salma era giunta nella notte a Novara: le spoglie di Caldara erano arrivate nel nostro paese, insieme a quelle delle tre altre vittime italiane, ieri mattina con un volo dell'Aeronautica Militare arrivato a Ciampino. Dopo verifiche di rito nelle capitale, in serata l'arrivo all'aeroporto di Caselle, a Torino, e quindi l'ultimo viaggio verso Novara.

La camera ardente è rimasta aperta sino alle 19 di oggi, mentre domani, lunedì, sarà aperta dalle 9 alle 14.
Sempre domani, ma alle ore 15 in Cattedrale, saranno celebrati i funerali presieduti dal Vescovo di Novara, Monsignor Franco Giulio Brambilla.

In mattinata il sindaco di Novara Andrea Ballarè, il Prefetto dott. Francesco Paolo Castaldo ed il Vescovo Monsignor Franco Giulio Brambilla, si sono recati alla camera ardente per stringersi alla figlia Greta ed ai familiari di Caldara.

Intanto la compagna, Sonia Reddi, rientrata dalla Tunisia nella serata di venerdì, è sempre ricoverata nella Struttura Complessa di Chirurgia Toracica dell''Ospedale Maggiore: le sue condizioni fisiche sono buone. La donna avrebbe chiesto di poter partecipare al funerale del compagno, ma solo nelle prossime ore i medici prenderanno una decisione in merito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato a Tunisi: allestita la camera ardente al Broletto per Francesco Caldara
NovaraToday è in caricamento