rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Anziano trovato morto in casa a Bologna: arrestata per furto una prostituta a Novara

Tre le ipotesi la possibilità che la donna abbia somministrato sonniferi all'anziano per poterlo derubare

Arrestata, dopo mesi di indagini, per furto in appartamento e prelievo indebito di carte di pagamento.

É finita in manette a Novara una giovane donna per diversi reati commessi a Bologna. Le indagini della squadra mobile sono partite ad aprile 2021, quando un anziano è stato trovato morto in casa nel capoluogo emiliano. I familiari avevano segnalato che il cancello d'ingresso era stato trovato aperto, cosa molto insolita, e che avevano trovato biancheria femminile in camera da letto con una coppia di bicchieri, nonostante l'anziano vivesse da solo. Dalla casa erano anche spariti il portafogli e il cellulare dell'anziano.

Dopo una serie di controlli la polizia ha scoperto che l'anziano aveva avuto diversi contatti telefonici con una giovane prostituta rumena, di cui sono state trovate impronte nell'appartamento. Dalle verifiche si è anche scoperto che la giovane, dopo la morte dell'anziano, ha effettuato diversi prelievi bancomat. 

É emerso anche un particolare inquietante dall’analisi tossicologica: è risultato che la vittima aveva assunto amitriptilina, tradozone e promazina, sonniferi che non rientravano fra i farmaci regolarmente prescritti. Dalla perizia del medico legale non è possibile stabile se il decesso dell'uomo sia legato alle sostanze assunte, ma "il materiale probatorio - spiegano dalla Questura - porta a ritenere che la ragazza abbia deliberatamente fatto assumere in più occasioni medicinali con effetti sonniferi al fine di perseguire l’intento criminale di derubare una persona per la sua età fragile e debole".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziano trovato morto in casa a Bologna: arrestata per furto una prostituta a Novara

NovaraToday è in caricamento