rotate-mobile
Cronaca Arona

Banda da furti e truffe per 300mila euro: dieci misure cautelari

Operazione del nucleo operativo e radiomobile della compagnia carabinieri di Arona

Dieci ordinanze di misura cautelare e diverse perquisizioni domiciliari fra Piemonte, Lombardia e Liguria. Intervento nelle prime ore di oggi, sabato 29 aprile, da parte dei militari del nucleo operativo e radiomobile della compagnia carabinieri di Arona per diversi soggetti sospettati di appartenere a un’associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti in abitazione, truffe in danno di anziani, ricettazione, riciclaggio e falso.

Il gruppo criminale, costituito in prevalenza da nomadi di etnia “Sinti” piemontese, operava principalmente tra Piemonte e Lombardia ed è ritenuto responsabile di almeno 15 furti in abitazione nei quali sono stati portati via orologi di marca, monili in oro, preziosi e contanti per un valore di circa 300mila euro, che poi venivano affidati a compiacenti ricettatori.

Particolare attenzione era prestata dai presunti malviventi nel cercare di ridurre al minimo il rischio di essere monitorati e scoperti, al punto che le autovetture usate venivano immediatamente rivendute e sostituite se fermate dalle forze dell’ordine. Inoltre il gruppo, durante le trasferte per commettere i furti e le truffe, avrebbe fatto uso di adesivi per alterare le targhe dei mezzi, poi ritrovati durante le perquisizioni. Tale prudenza veniva usata anche per le comunicazioni tra i membri che usavano radio ricetrasmittenti per evitare le più moderne tecniche investigative, così come utenze telefoniche dedicate all’attività criminosa e fittiziamente intestate. Per garantirsi poi una precipitosa fuga, i presunti ladri avevano fatto modificare i motori delle proprie auto per aumentarne considerevolmente la potenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banda da furti e truffe per 300mila euro: dieci misure cautelari

NovaraToday è in caricamento