Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Arona: le mura medioevali rimarranno un monumento a cielo aperto

E' ufficiale: la Sovraintendenza ha dato l'ok affinchè le antiche mura borromee riemerse durante dei lavori sul lungolago rimangano scoperte e possano essere ammirate da tutti

Con immensa gioia il sindaco Alberto Gusmeroli oggi ha comunicato ufficialmente che i resti delle mura medioevali rimarranno scoperti diventando un monumento che arricchirà il valore storico culturale della città lacustre.

In accordo con Sovrintendenza, Acque Novara Vco e amministratori e tecnici comunali le antiche mura, abbattute e poi coperte nel 1800, risalenti al medioevo non ritorneranno nell’oblio della storia, ma resteranno visibili a tutti nella loro bellezza.

"Lungolago Marconi diventerà parzialmente pedonale con senso unico da piazza del Popolo al ristorante Giardino - spiega Gusmeroli - i parcheggi persi nell’area del ritrovamento verranno recuperati e aumentati mediante il rifacimento della segnaletica a 'lisca di pesce' nel tratto dopo la Torre dell’orologio sino all’hotel Giardino. Il muro rimarrà libero, restaurato e completamente protetto da un cordolo lato auto ricoperto in granito. Tutta l’area, sia quella pedonale che quella carrabile, sarà realizzata in porfido". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arona: le mura medioevali rimarranno un monumento a cielo aperto

NovaraToday è in caricamento