menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffatore in manette: si spacciava per procuratore legale

I carabinieri hanno arrestato Giuseppe Ferrari, che aveva messo in atto decine di inganni per un valore complessivo di circa 200mila euro. L'uomo è ora agli arresti domiciliari

Arrestato in flagranza di reato truffatore novarese.

A finire in manette è Giuseppe Ferrari, classe 1961 residente a Novara, già noto alle forze dell'ordine. L'uomo, spacciandosi per procuratore di un noto studio legale della zona, si faceva dare lauti compensi per risolvere pratiche civili. Il 53enne, infatti, avvicinava le sue vittime e assicurava loro di vincere le cause di separazione legale o di recuperare in tempi brevissimi i soldi di un contenzioso.

Le notizie sulla presenza e sulla attività di questo truffatore erano giunte ai carabinieri ormai da numerosi mesi e la Procura della Repubblica aveva avviato un'indagine sin dallo scorso agosto. Decine gli inganni messi in atto dall'uomo, per un valore complessivo di circa 200mila euro.

Donne e uomini, liberi professionisti, impiegati, operai e addirittura i suoi stessi familiari sono caduti nella trappola: nessuno veniva escluso da quella che si è rivelata essere una fitta rete di proposte commerciali e immobiliari del tutto inventate, ma costruite con astuzia e abilità.

Il metodo era sempre lo stesso: Ferrari individuava soggetti in difficoltà - donne sole, persone in fase di separazione dal coniuge, amici, familiari e conviventi che di lui si fidavano - e, grazie ad un passato da promotore finanziario ed un presente da rappresentante di commercio, proponeva la stipula di finanziamenti, l’attivazione di utenze telefoniche o la compravendita di immobili.

Tutto finto tranne i soldi che scuciva alle vittime e che gli consentivano di condurre una vita agiata, indossare abiti costosi e concedersi frequenti vacanze.

Venerdì scorso ha tentato l’ultimo colpo: voleva convincere un conoscente a partecipare ad un’asta per l’acquisto di alcuni garages ed era già riuscito a farsi consegnare una prima rata di 500 euro. Ma i carabinieri lo hanno colto sul fatto e arrestato.

Ferrari è ora agli arresti domiciliari dopo che il Tribunale ha convalidato il suo arresto in flagranza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, a Novara apre un nuovo centro vaccinale

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Coronavirus, in Piemonte oltre 22mila nuovi vaccinati

  • Incidenti stradali

    Schianto tra due auto tra Oleggio e Lonate, quattro feriti

  • Cronaca

    Coronavirus, morto medico di famiglia di Novara

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento