Cronaca

Buco da 26 milioni nel bilancio Atc: "Genoni si dimetta subito"

Sozzani, Andretta e Contartese chiedono l'azzeramento dei vertici dell'Azienda Territoriale per la Casa

"Il presidente di Atc deve dimettersi". Non usa mezzi termini Diego Sozzani, coordinatore provinciale di Forza Italia, a proposito del buco di 26 milioni di euro nel bilancio dell'Azienda Territoriale per la Casa. Con lui i consiglieri comunali di Io Novara Daniele Andretta e di Forza Italia Michele Contartese.

“Non è possibile che in questo paese si accertino i debiti, ma mai i responsabili – ha detto ancora Sozzani – questo andazzo deve finire. Un incarico per gestire un patrimonio pubblico di quel livello richiede l’assunzione di responsabilità, peraltro ben retribuite. Quindi dinnanzi ad una situazione come questa troviamo assurdo l’atteggiamento, anche dal punto di vista politico, del presidente di Atc, nominato dal Pd, che riteniamo assolutamente inadeguato al ruolo. E’ singolare che la questione delle morosità e la conseguente richiesta al Comune di dichiarare le decadenze venga sollevata solo ora, quando alla guida del Comune di Novara non c’è più un esponente del Partito Democratico, ma della Lega. Un comportamento poco responsabile su un tema che crea forti tensioni sociali”.

“Il sistema di gestione di questo patrimonio pubblico non regge più – ha detto Daniele Andretta di Io Novara – perché è basato su logiche clientelari inammissibili. Deloitte ha certificato che la quasi totalità del debito di Atc è causato dalle morosità, che si sono protratte per decenni e dalle occupazioni abusive. Dall’altra parte abbiamo il dramma di famiglie e persone che non riescono a pagare nemmeno gli affitti richiesti dall’Agenzia, perché hanno perso il lavoro in questi anni o hanno pensioni troppo basse. Ma è evidente che nessuno a livello politico ha mai voluto fare la necessaria chiarezza, distinguendo una volta per tutte chi ha diritto e chi non ne ha, generando una situazione ormai al collasso”.

“Vi sono casi anche a Novara già segnalati e noti – ha proseguito Andretta – di persone che non pagano da decenni pur avendone la possibilità. Ma noi vogliamo anche farci portavoce, oltre che dei morosi incolpevoli, anche di chi ha sempre pagato e si vede negate le manutenzioni, è costretto a vivere in alloggi fatiscenti ed infine di tutte quelle famiglie che hanno diritto ad un alloggio, ma non riescono ad ottenerlo, perché occupato da chi non ha diritto o addirittura dagli abusivi. Per usare uno slogan caro alla nostra amministrazione noi diciamo “Prima chi ha diritto!”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buco da 26 milioni nel bilancio Atc: "Genoni si dimetta subito"

NovaraToday è in caricamento