rotate-mobile
Cronaca

Rifiuti a Novara: in 5 anni gli interventi di Assa sul campo sono cresciuti del 53%

E l'azienda che gestisce i servizi ambientali in città lancia la campagna di comunicazione "#novarapulita è favolosa", per far conoscere ai novaresi i risultati raggiunti in questi anni

Più servizi e più attenzione alla pulizia della città: dal 2010 ad oggi sono cresciuti del 53% gli interventi di Assa a Novara. Nel 2015, infatti, il tempo dedicato alla pulizia di strade, parchi e svuotamento cestini è aumentato fino ad arrivare ad oltre 44mila ore annue. Non solo, negli ultimi 12 sono 600 le discariche abusive che sono state bonificate e oltre 1500 gli interventi per la rimozione dei rifiuti abbandonati, mentre ammontano a 159 i verbali emessi dagli ispettori ambientali.

Negli ultimi anni, e senza costi aggiuntivi per la comunità, l'azienda che gestisce i servizi ambientali in città è infatti riuscita ad incrementare notevolmente i servizi di igiene urbana. Numeri imprtanti che sono stati presentati ieri, mercoledì 16 febbraio, e che sono oggetto della campagna di comunicazione "#novarapulita è favolosa" lanciata da Assa per far conoscere ai novaresi i risultati raggiunti in questi anni.

"Obiettivo di questa campagna - ha commentato il sindaco Andrea Ballarè - è raccontare ai cittadini le cose che si fanno e gli sforzi che si compiono per raggiungere obiettivi importanti. Quelli comunicati oggi non sono numeri banali, ma servono a comprendere il lavoro che abbiamo voluto impostare, non solo per Assa, ma per tutte le nostre partecipate."

Dopo la prima affissione sull' "Isola che non c'era", in riferimento alla seconda isola ecologica realizzata nella parte Nord della città, dal 22 febbraio sarà lanciato il secondo e ultimo soggetto della compagna di rendicontazione di Assa. Un messaggio costruito intorno alle ore spese dagli operatori ogni giorno, weekend compresi, per garantire una pulizia della città sempre migliore e puntuale, che nel 2015 sono state nel 126.

"Un dato significativo che, al di là dei numeri, ci ha permesso di migliorare nettamente il percepito della cittadinanza - ha sottolineato il presidente di Assa Marcello Marzo - indispensabile per assicurare la vivibilità e il decoro che merita Novara. Questi risultati devono fungere da stimolo a tutta la cittadinanza, perché il contrasto e la prevenzione al degrado urbano passano necessariamente dal coinvolgimento di ciascun novarese".

E negli ultimi anni Assa ha cercato di mettere in campo interventi mirati, con una speciale attenzione ai quartieri attraverso il "nuovo servizio integrato per i quartieri" con lo spazzamento manuale organizzato in 12 percorsi a copertura di tutte le zone nevralgiche di Novara con interventi concentrati nelle stesse zone, 4 addetti per ciascuna, per garantire una maggior efficienza del servizio svuotamento cestini stradali, pulizia parchi, spazzamento piazzali chiese grazie alla conoscenza del territorio. 

L'incremento delle attività di igiene urbana è stato possibile anche grazie ai progetti sociali sviluppati da Assa attraverso i cantieri lavoro per i disoccupati, il "Progetto profughi" e l'utilizzo dei detenuti per i servizi di pubblica utilità previsti dalla convenzione con la Casa circondariale.

Tramite il "Progetto profughi", ad esempio, nel 2015 otto volontari si sono dedicati a spazzamento manuale e svuotamento cestini lungo le ciclabili e nella zona della stazione. Attraverso il protocollo per le giornate di recupero ambientale, poi, rinnovato e ampliato fino al 2018, nel 2015 sono stati coinvolti 57 detenuti del carcere di via Sforzesca per un complessivo di 350 "giornate uomo". Con il "Progetto cantieri di lavoro", inoltre, i disoccupati e i detenuti vengono impiegati nella rimozione dei graffiti, raccolta mozziconi e manutenzione del verde. Infine, con il progetto "Lavoro nel weekend", quattro persone provenienti dalla Casa circondariale, sempre tramite Assa, sono impegnate il sabato e la domenica nello svolgimento di attività di tutela del decoro urbano in aree della città ad alta frequentazione, portando, lungo alcune arterie principali e centrali della città, la frequenza di svuotamento dei cestini stradali a cinque volte la settimana.

Non solo attenzione al sociale, ma anche all'ambiente e all'ecosostenibilità con l'avvio, nel mese di luglio 2015, del laboratorio "Arte in Assa" nei locali di viale Curtatone curato dall’artista novarese Cosimo Bertone. Un'attività con cui Assa ha realizzato un punto di eccellenza innovativo in materia di recupero, riuso, riciclo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti a Novara: in 5 anni gli interventi di Assa sul campo sono cresciuti del 53%

NovaraToday è in caricamento