Avvocato novarese tenta il suicidio in carcere

L'uomo era agli arresti per denunce di maltrattamenti e stalking da parte della moglie di

Ha tentato il suicidio l'avvocato novarese detenuto nel carcere di via Sforzesca con l'accusa di maltrattamenti nei confronti della moglie.

L'uomo, noto professionista, era stato accusato dalla moglie di maltrattamenti e stalking: nei suoi confronti c'era stato un divieto di avvicinamento nelle zone frequentate dalla donna, compreso lo studio di famiglia dove la moglie lavora come segretaria. Negli anni però le denunce si erano susseguite da parte di tutti e due, tanto che l'avvocato ha sempre dichiarato una disparità di trattamento, visto che anche lui aveva denunciato la moglie per calunnie e lesioni. Alcuni giorni fa l'uomo ha tentato il suicidio in carcere cercando di soffocarsi con un sacchetto di plastica: è stato salvato dalle guardie carcerarie. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A piedi sulla A4 armato di un coltello, fugge nei campi alla vista della polizia: caccia all'uomo

  • Le Frecce Tricolori su Novara: il decollo da Cameri della pattuglia acrobatica

  • Incidente a Mandello, perde il controllo del suv e si incastra in un canale

  • Operazione anti prostituzione: incarico temporaneamente sospeso per don Zeno, l'annuncio della diocesi

  • Incidente a Novara, schianto fra due auto in corso della Vittoria: ragazza incastrata tra le lamiere

  • Verbania, scoperto meccanico e carrozziere abusivo

Torna su
NovaraToday è in caricamento