Furti, estorsioni e spaccio: sgominata una banda di giovanissimi a Varallo Pombia

I carabinieri di Castelletto hanno fermato le attività criminose di un gruppo di giovani che, tra gli altri reati, rubava cellulari a ragazzini e poi chiedeva soldi con minacce

Dopo alcuni mesi di indagini i carabinieri di Castelletto hanno sgominato una "banda", con l'arresto, nella serata del 1 marzo, di una persona e il divieto di dimora nella provincia per un'altra.

I due,  E.F.N., classe 1996, e B.O., classe 1993, entrambi residenti a Varallo Pombia, sono ritenuti responsabili dei reati di furto con strappo, estorsione e spaccio di sostanze stupefacenti commessi nel comune di Varallo Pombia nel corso dei mesi di luglio a agosto 2015. 

Altre due persone coinvolte: una si è resa irreperibile, l'altra è minorenne.

Il gruppo è responsabile di numerosi furti di cellulari e di estorsione, poiché mediante minacce e in qualche caso cagionando lesioni alle vittime, spesso minori, hanno chiesto e ottenuto del denaro in cambio della restituzione dei telefoni rubati. Sono inoltre accusati di spaccio di sostanze stupefacenti, il tutto nella zona di Varallo Pombia. 

L’accertamento non è stato facile,  soprattutto a causa della paura delle parti offese di denunciare l’accaduto per pericolo di ritorsioni. Si era infatti creato un clima di “terrore” tra i giovani del luogo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A piedi sulla A4 armato di un coltello, fugge nei campi alla vista della polizia: caccia all'uomo

  • Le Frecce Tricolori su Novara: il decollo da Cameri della pattuglia acrobatica

  • Incidente a Mandello, perde il controllo del suv e si incastra in un canale

  • Novara, rapina al punto Snai di via San Francesco: due feriti

  • Operazione anti prostituzione: incarico temporaneamente sospeso per don Zeno, l'annuncio della diocesi

  • Incidente a Novara, schianto fra due auto in corso della Vittoria: ragazza incastrata tra le lamiere

Torna su
NovaraToday è in caricamento