Cronaca

Treni: in Piemonte torna il "bonus pendolari"

La Giunta regionale ha approvato una delibera che che autorizza l'erogazione all'Agenzia della mobilità metropolitana di 700mila euro per "risarcire" gli abbonati per i disservizi subiti

In Piemonte torna il "bonus pendolari". Buone notizie, dunque, per i viaggiatori piemontesi che si spostano in treno e che spesso sono vittime di disagi e disservizi.

La Giunta regionale ha infatti approvato una delibera, su proposta dell’assessore ai Trasporti Francesco Balocco, che che autorizza l’erogazione all’Agenzia della mobilità metropolitana di 700mila euro per il riconoscimento del "bonus Pendolari".

Il "bonus pendolari", previsto nel contratto con Trenitalia per "risarcire" gli abbonati al servizio ferroviario che hanno subito disservizi, non era più stato riconosciuto dalla precedente amministrazione ed il suo ripristino era stato promesso dall’assessore Balocco. Ora l’Agenzia della mobilità metropolitana riceverà 700mila euro e nei prossimi giorni stabilirà le modalità di erogazione dell’iniziativa, concordandole con gli operatori ferroviari e comunicandole agli interessati tramite il suo sito, quello della Regione e quello di Muoversiinpiemonte, nonché tramite avvisi affissi nelle stazioni ferroviarie.

Per gli utenti della tratta Domodossola-Milano l’ipotesi è di riconoscere le stesse condizioni praticate da Trenord agli abbonati lombardi.

Con la stessa delibera sono inoltre stati stanziati 350mila euro per la sperimentazione, temporanea, di nuove tariffe ferroviarie agevolate a favore degli under 26, in particolare per chi sottoscrive gli abbonamenti annuali e trimestrali Formula. "L’auspicio - ha commentato Balocco - è che determini nei giovani un incremento dell’utilizzo del treno tale da compensare i minori ricavi e quindi consentire di rendere permanente tale agevolazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treni: in Piemonte torna il "bonus pendolari"

NovaraToday è in caricamento