Garanzia Giovani: boom di tirocini in Piemonte

Dal 1° luglio al 12 ottobre i percorsi avviati sono stati 6004, con un netta impennata ad ottobre con 1012 avvii

È boom di tirocini in Piemonte nell’ambito del programma Garanzia Giovani: dal 1° luglio al 12 ottobre i percorsi avviati sono stati 6004, con un netta impennata ad ottobre con 1012 avvii.

Il tirocinio è uno strumento di inserimento al lavoro che prevede che il giovane venga impegnato in una azienda per un massimo di sei mesi e retribuito con un’indennità di 600 euro, di cui 500, ad oggi, coperti dalla Regione Piemonte tramite l’Inps.

"Si tratta di una forma di accesso al lavoro molto appetibile - ha commentato l’assessore al Lavoro Gianna Pentenero - ma il fatto che il suo andamento abbia visto una crescita così notevole è un segnale positivo di ripresa dell’economia, con conseguente aumento delle opportunità per i ragazzi di entrare nel mondo del lavoro".

L’incremento è stato così imprevedibile per la stessa Regione, tanto che quest’ultima si trova ad aver terminato le risorse messe a bilancio. Per questo motivo dal 16 ottobre i nuovi tirocini attivati non potranno godere dell’indennità prevista finora. Si tratta, però, solo di una sospensione temporanea, per consentire all’ente di riprogrammare gli stanziamenti sulle diverse misure a favore dell’occupazione, nonché di effettuare un monitoraggio e una verifica dell’attività finora svolta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Incidente sul lavoro a Novara: morto un operaio di 36 anni

  • Coronavirus, decreto per Natale: no agli spostamenti tra comuni e regioni per le feste

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

  • Dpcm del 3 dicembre, le nuove regole per Natale 2020: cosa cambia a Novara

Torna su
NovaraToday è in caricamento