Cronaca

Capodanno, ecco dove sono vietati i botti. Ma il divieto sarà rispettato?

Sono cinque i comuni più popolosi che hanno vietato i petardi. Ma scoppia la polemica: non in tutte le zone c'è il divieto

In diversi comuni novaresi i botti di Capodanno sono stati vietati.

Le  esplosioni di San Silvestro possono infatti infastidire i bambini, gli anziani, i malati e i soggetti sensibili. Inoltre gli animali, in particolare cani e gatti, possono esserne davvero terrorizzati.

Per ovviare al problema sono state firmate ordinanze anti-botti in diverse città della provincia. Tra i comuni più grandi hanno emesso il divieto Novara, Borgomanero, Trecate, Galliate e Castelletto Ticino.

Molti però i cittadini che polemizzano sulle ordinanze: infatti in quasi tutti i casi non riguardano l'intero territorio comunale, ma solo determinate zone, nei pressi del centro storico, di scuole o ospedali. In questo modo però si darebbe il via libera agli appassionati di botti di spostarsi in un'altra zona della città per sparare.

L'altra polemica è sui controlli: a dare le multe in caso di violazione dell'ordinanza dovrebbero essere gli agenti di polizia municipale che, ovviamente, non potranno essere in ogni zona della città per controllare. 

Insomma, le tanto attese ordinanze anti-botti hanno, alla fine, provocato più rumore dei botti stessi. Non resta che appellarsi al buon senso dei cittadini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno, ecco dove sono vietati i botti. Ma il divieto sarà rispettato?

NovaraToday è in caricamento