rotate-mobile
Cronaca

Decoro urbano: parte a Novara una campagna di comunicazione

Si chiama "Insaccali! Non fare il salame" l'iniziativa presentata oggi, martedì 16 aprile, a Palazzo Cabrino. Obiettivo: combattere l'abbandono dei rifiuti e sensibilizzare i cittadini

"Insaccali! Non fare il salame".

E' questo il nome della campagna di comunicazione avviata oggi, martedì 16 aprile, dal Comune di Novara per combattere l'abbandono dei rifiuti e per sensibilizzare i cittadini sul tema del decoro urbano.

Un progetto originale, realizzato in collaborazione con l'agenzia di comunicazione Digital Distillery (vincitrice del relativo bando pubblico), che attraverso una serie di azioni punta al coinvolgimento dei novaresi per affrontare il problema dei rifiuti urbani in modo nuovo.

"Ci sono zone della città e ambiti - ha spiegato l'assessore all'Ambiente Giulio Rigotti - dove l'abbandono dei rifiuti è più significativo. Con questa campagna noi vogliamo concentrarci sulla zona del centro e della movida e sull'abbandono dei mozziconi di sigarette, purtroppo diffusissimo in quasi tutte le aree della città. Questa campagna di sensibilizzazione è stata possibile grazie al contributo economico di Assa e del Consorzio Medio Novarese. L'obiettivo è chiaramente quello di diminuire il numero di rifiuti abbandonati: minori rifiuti sulle strade, significa minori costi nella raccolta e nel conferimento".

La campagna rientra in un progetto più ampio dell'amministrazione Ballarè, in cui si inseriscono anche le lotte all'abbandono dei rifiuti e le attività della Comunità Ecosostenibile Novarese, ed è rivolta a un target di utenti che frequenta il centro della città e gli esercizi commerciali.

"Questa campagna di comunicazione - ha sottolineato la presidente di Assa Giovanna Teodori - è importante e utile perchè ci si renda conto del disagio che questi abbandoni di rifiuti stanno creando in città. Di questo tipo di comunicazione Assa si occupava già prima, da sola, ma ora pensiamo che l'argomento debba essere condiviso con il Comune di Novara. Il messaggio che passa ai cittadini non può essere quello di 'Puliamo di continuazione', il cittadino non può pensare che il suolo pubblico possa essere un luogo dove buttare ogni cosa. Va ripristinato il rispetto delle cose, per tornare a considerare Novara una città a misura d'uomo anche per il suo decoro urbano".

E per fare tutto ciò, la campagna prevede diverse azioni, che coinvolgono in prima persona i novaresi e coloro che Novara la frequentano e la vivono perchè studenti o lavoratori. Due le operazioni importanti che contraddistinguono l'iniziativa: il coinvolgimento dei ragazzi del Liceo artistico, già avviato, per l'allestimento di cestini "artistici" e particolari da collocare in città; il coinvolgimento diretto dei cittadini con un casting fotografico in programma il 27 aprile al Broletto (dalle 10 alle 19), in cui i cittadini poseranno per lanciare il messaggio contro l'abbandono dei mozziconi di sigarette "Non ridurre la tua città in cenere". A coloro che parteciperanno sarà regalata una riduzione per l'ingresso alla mostra Homo Sapiens.

"La nostra campagna - ha spiegato Emanuela Zilio della Digital Distillery - si rivolge maggiormente alle fasce giovani della popolazione, che vivono di più la città all'aperto. Il tono è ironico, mentre l'obiettivo è quello di coinvolgere il più possibile la cittadinanza, in modo che siano i cittadini a parlare ai cittadini. La campagna prevede una serie di azioni, alcune delle quali saranno svelate e messe in atto solo nelle prossime settimane".

Alcune delle azioni della campagna saranno rivolte anche a contrastare l'abbandono dei rifiuti nelle aree extraurbane: porzioni di suolo saranno verniciate con una X rossa, sui cui si leggerà la scritta "Questa non è una discarica".

"Stiamo inoltre lavorando - ha aggiunto l'assessore Rigotti - per istituire gli ispettori ambientali, che aiuteranno i vigili urbani nel controllo delle discariche abusive e nella prevenzione. Ci stiamo poi impegnando con Assa per riuscire a realizzare la seconda isola ecologica della città".

Il costo complessivo di tutta la campagna di comunicazione, che si esaurirà alla fine del mese di giugno, è di circa 15mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decoro urbano: parte a Novara una campagna di comunicazione

NovaraToday è in caricamento