rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca

Lago D'Orta, scoperto un campeggio abusivo e totalmente "in nero"

Denunciato il responsabile: non risulta nessuna partita Iva e nessuna attività commerciale regolare

Sotto sequestro un campeggio sul Lago D'Orta, risultato essere completamente abusivo. 

I carabinieri forestali di Gozzano e Lesa hanno posto sotto sequestro un noto campeggio situato sulle rive del lago d’Orta. La struttura si è infatti rivelata priva di autorizzazioni e gestita completamente “in nero”,  senza un'attività commerciale attiva e senza partita Iva. Nel corso del controllo sono emersi anche numerosi abusi edilizi per opere realizzate senza permesso, nonché scarichi abusivi ed abbandono di macerie da demolizione.

Le indagini sono iniziate a seguito di controlli del territorio con immagini satellitari: nell'area erano presenti numerosi cumuli di rifiuti da demolizione, nonostante la zona sia sottoposta a vincolo paesaggistico. I militari hanno svolto delle verifiche e hanno scoperto che la società proprietaria dell'area non esisteva più da anni, mentre il campeggio era aperto e richiedeva agli ospiti pagamenti solo in contanti. 

Il responsabile del campeggio non è stato in grado di fornire alcune documentazione dell'attività nè dei lavori edilizi. Il campeggio è stato quindi chiuso e posto sotto sequestro, mentre il responsabile è stato denunciato per esercizio abusivo di attività di impresa, abusivismo edilizio in aree sottoposte a vincolo, scarico non autorizzato, gestione illecita di rifiuti e mancata comunicazione alla Questura dei documenti degli alloggiati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago D'Orta, scoperto un campeggio abusivo e totalmente "in nero"

NovaraToday è in caricamento