Casalino: gli alunni delle scuole di Novara visitano il comune della Bassa

Per conoscere l'ambiente, la storia e i prodotti locali. Le visite guidate, dedicati agli alunni delle scuole dell'infanzia e primarie del Sesto circolo didattico di Novara, proseguiranno fino al 19 aprile

I piccoli alunni delle scuole novaresi fanno visita a Casalino.

Sono iniziate lo scorso 20 marzo le visite guidate di alcune classi delle scuole dell'infanzia e primarie del Sesto circolo didattico di Novara, alla scoperta dell'ambiente, della storia e dei prodotti locali del comune della Bassa Novarese. L'iniziativa proseguirà fino a giovedì 19 aprile.

Ad ora, sono 250 gli alunni che sono stati accolti presso l’Ufficio Turistico di via Prealba. Ciceroni dei piccoli visitatori sono stati l’operatrice turistica comunale Carola Varesi ed il responsabile della biblioteca Carlo Degiuli. La visita, ha portato i piccoli turisti alla millenaria chiesa di San Pietro, alla sala consigliare del Comune, all’antico lavatoio recentemente recuperato. Gli alunni sono stati accompagnati anche al Castello medievale, dove hanno manifestato il loro maggiore interesse.

Finita la visita, i partecipanti hanno pranzato presso la Trattoria Merlini in frazione Cameriano, con il menù che includeva il piatto tipico locale: la paniscia. Nel pomeriggio infine, il gruppo ha fatto sosta alla cascina Graziosa con i suoi terreni ed allevamenti, dove gli alunni hanno potuto sfruttare l’occasione per stare a contatto con la natura e gli animali.

"Casalino - ha sottolineato il sindaco Sergio Ferrari - ha da qualche tempo puntato decisamente sulla promozione del territorio, che può essere favorita anche attraverso la partecipazione delle giovani generazioni, ancorché scolastiche. Un’azione, quella del turismo ‘scolastico’, che intendiamo sostenere anche attraverso la recente deliberazione consigliare, che ha approvato il progetto ‘Casalino, paese amico dei bambini’".

"La visita al centro di Casalino - ha spiegato il dirigente scolastico del Sesto circolo didattico di Novara Domenico Bresich - muove dall’idea di un format concreto, attivo e coinvolgente, che consiste in una serie di attività strutturate e finalizzate a conoscere e vivere luoghi e territori vicini alla scuola, anche fisicamente, suddivisi in diverse aree (che vanno dall’orto biologico al Safari, dal carrello del pranzo alla creatività). Sono concepite in ordine alla formazione della persona che sa e sa fare nel medesimo tempo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Con la visita a Casalino - ha precisato Marinella Gallaverna, docente al Sesto circolo e assessore del Comune di Casalino - vogliamo far comprendere agli alunni che le prime cose da conoscere sono quelle intorno a noi. Viaggiare è fonte di conoscenza, così come la scoperta della realtà circostante, fatta di luoghi, opere d’arte, animali, coltivazioni, ma anche di prodotti e ricette tradizionali, per diventare da subito consumatori consapevoli, attenti alle tipicità di un territorio. In base a quello che hanno visto, gli alunni hanno potuto così stimolare la loro creatività, con disegni e testi di vario tipo, condividendo esperienze che si accumulano e si stratificano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus: in Piemonte 29 nuovi decessi, 38 pazienti guariti e altri 144 “in via di guarigione”: i casi totali sono 7.228

  • Coronavirus, Cirio: "Ordinanza in Piemonte prorogata fino al 14 o al 20 aprile"

  • Coronavirus, in arrivo i buoni spesa: chi ne ha diritto e come richiederli a Novara

Torna su
NovaraToday è in caricamento