Cronaca

Case Popolari: fino a giugno una raccolta firme per i contatori

Il comitato "Case Popolari" continua la battaglia per la raccolta firme al fine di poter avere dei contatori d'acqua per singola unità. La petizione andrà avanti fino a giugno

E' iniziata nel mese di aprile e continuerà fino a giugno la raccolta firme promossa dal Comitato Case Popolari per far sì che ciascuna abitazione disponga di un contatore d'acqua.

L'azione è promossa dal comitato - scrivono - al fine di scongiurare altri conteggi arbitrari o eventuali blocchi collettivi in caso di singoli mancati pagamenti e per questo il comitato chiede all'Agenzia Territoriale per la Casa di prendere in carico gratuitamente i lavori di installazione dei contatori di sottrazione in oggetto per registrare i consumi di ciascun nucleo familiare negli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Questo - spiegano i rappresentanti del comitato - per scongiurare che tutti gli inquilini siano costretti a condividere le spese con attività commerciali, inquilini morosi e abusivi. 

Il comitato chiede anche che siano effettuati in città regolari controlli dei contatori esistenti al fine di agevolare la ripartizione delle spese, come previsto nel contratto, attraverso la lettura periodica dei contatori. La raccolta firme avrà termine alla data del 30 giugno. Si può contattare il comitato all'indirizzo mail comitatocpn@gmail.com. Ulteriori informazioni si possono raccogliere attraverso la pagina Facebook dedicata.

L'emergenza abitativa è purtroppo un fenomeno quanto mai di attualità: la gestione attuale - spiegano dal Comitato - si è dimostrata più volte incapace di fornire una risposta concreta: è risultato così necessario creare una risposta concreta, quella del comitato appunto, coinvolgendo i cittadini alla vita pubblica, elaborando interventi efficaci e mirati al bisogno della comunità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case Popolari: fino a giugno una raccolta firme per i contatori

NovaraToday è in caricamento