Cronaca

Una cena al buio per l'Unione Italiana Ciechi

La cena si è tenuta al ristorante Cravero di Caltignaga. Il Lions Club Novara Ticino ha donato un computer con software di sintesi vocale all'associazione

Una cena al buio per raccogliere fondi per l'Unione Italiana Ciechi. Il 20 ottobre scorso al ristorante Cravero di Caltignaga si è tenuta la serata organizzata dal Lions Club Novara Ticino con la partecipazione dell’ UICI, Unione Italia Ciechi ed Ipovedenti, della Provincia di Novara, rappresentata dal Vice Presidente Oscar Cimini.

All’evento, che rispondeva a uno degli obiettivi del Centenario ed, in particolare, all’attenzione della cura e della prevenzione dei problemi di vista, hanno presenziato il Vice Governatore del Distretto Lions 108IA1 Francesco Preti e Gianenrico Guida, Direttore Sanitario dell’Ospedale Maggiore della Carità, con il quale il Lions Club Novara Ticino sta portando avanti il progetto” Libro parlato”, nato a supporto dei ciechi ed ora esteso a tutti i degenti  che non possono leggere. Preti  ha ricordato molte delle iniziative dei Lions a favore dei ciechi ed ipovedenti, quali: raccolta occhiali usati, addestramento e donazione di cani accompagnatori, screening medici di prevenzione a livello scolastico e territoriale.

Il momento principale della serata si è avuto  con l’intervento del Vice Presidente UICI Oscar Cimini, svoltosi completamente al buio, che ha evidenziato come l’associazione si sia aperta anche agli ipovedenti (da 1/20 di diottria a 3 decimi)  illustrando  il lavoro svolto dall’UIC a supporto dei propri iscritti e l'evoluzione, negli anni , degli strumenti messi a disposizione di chi lamenta  problemi di vista, strumenti di vario tipo: dal bastone bianco, frutto di un’intuizione del fondatore del Lions Club International, Melvin Jones, ai cani per ciechi  (che richiedono una cura particolare che non tutti sono in grado di poter garantire) agli strumenti elettronici moderni.

Il Presidente del Club Novara Ticino Mario Fedeli, alla fine della serata, a nome del Lions Club Novara Ticino,  ha donato un personal computer con software per sintesi vocale all’associazione, che ha ringraziato augurandosi  una prosecuzione della proficua collaborazione fin qui instaurata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una cena al buio per l'Unione Italiana Ciechi

NovaraToday è in caricamento