Cronaca

A Novara la chiesa aiuta chi ha perso il lavoro

Grazie alle donazioni dei sacerdoti per il Giubileo della Misericordia, Caritas e Fondazione San Gaudenzio avviano percorsi di reinserimento lavorativo

Cinquantamila euro per aiutare i disoccupati novaresi. La Caritas diocesana e la Fondazione San Gaudenzio avviano insieme un progetto per favorire il reinserimento lavorativo di 30 lavoratori.

L'iniziativa prende il via grazie alle donazioni dei sacerdoti per il Giubileo della Misericordia. Nel dicembre dello scorso anno, infatti, don Gianluigi Cerutti, vicario episcopale per il clero e la vita consacrata, aveva presentato la proposta a tutti i preti diocesani, di devolvere personalmente un contributo economico in favore delle persone e delle famiglie in difficoltà per la mancanza di lavoro

Oggi, ad un anno dall’avvio della raccolta, arrivano i primi frutti: grazie alle donazioni, la Fondazione San Gaudenzio onlus metterà subito a disposizione la somma di 50mila euro dal fondo "Sacerdoti - Giubileo della Misericordia" creato a seguito dell’iniziativa.

L’obiettivo è sostenere l’inserimento lavorativo attraverso il meccanismo del "tirocinio protetto in azienda": percorsi modellati sulle singole persone, al termine dei quali ritrovare l’autonomia economica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Novara la chiesa aiuta chi ha perso il lavoro

NovaraToday è in caricamento