Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Carni mal conservate e blatte e rifiuti all'interno del locale: chiuso un mini market a Novara

Operazione della polizia. Multa di 3mila euro per il titolare dell'esercizio

Un esercizio commerciale chiuso, con una multa da 3mila euro per il titolare, 7 locali e 70 persone controllate in un giorno di controlli. E' questo il bilancio dell'attività di controllo del territorio svolta nella serata di ieri, giovedì 16 settembre, a Novara dalla polizia, in collaborazione con i colleghi del Reparto prevenzione crimine di Torino e gli agenti della municipale.

Obiettivo dei controlli, il contrasto alla microcriminalità, con particolare riferimento alle aree cittadine più esposte e caratterizzate da fenomeni di illegalità e irregolarità e in cui si determina più facilmente anche il rischio di assembramenti.

Nello specifico, sono stati controllati alcuni esercizi commerciali nella zona della stazione, in piazza Garibaldi e in via San Francesco d'Assisi, identificando una trentina di persone, la metà delle quali già note alle forze dell'ordine. Fuori da un locale di piazza Garibaldi è stato trovato un uomo di nazionalità tunisina, non regolare sul territorio nazionale, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato per stupefacenti, violenza domestica, ricettazione, nonché già colpito da provvedimento espulsivo. L'uomo è stato accompagnato nella mattinata di oggi, venerdì 17 settembre, presso il Cpr di Milano, per essere espulso dal territorio nazionale.

In questa zona, in particolare, è stato controllato un mini market per il quale sono state elevate due sanzioni per la non corretta conservazione degli alimenti e l'inosservanza delle disposizioni di pulizia degli ambienti, per un totale di 3mila euro. Le sanzioni si sono rese necessarie, spiegano dalla Questura di Novara, "dopo aver riscontrato la presenza di un grande bidone in plastica nera colmo di rifiuti organici posizionato all’interno della cella frigorifera, dove erano altresì presenti le carni "fresche" destinate alla vendita. Inoltre, sono state rinvenute carni bianche (pollo, zampe di gallina e trippa, per oltre una ventina di kg) mal conservate e prive di confezionamento ed etichettatura". Sul posto è stato inoltre chiesto l'intervento dell'Asl, dopo aver verificato la presenza di blatte in tutto il locale, in particolar modo in uno sgabuzzino impropriamente utilizzato per stipare rifiuti vari ed alimentari, nonché sulle pareti del reparto macelleria e sul bancone di vendita.

Il locale è stato quindi chiuso, con obbligo per il titolare di provvedere alla disinfestazione a cura di una ditta specializzata e alla rimozione di tutti i rifiuti: "sono in corso- aggiungono dalla Questura - verifiche su altre circostanze emerse durante il controllo e che potrebbero determinare rilievi amministrativi".

I controlli della polizia si sono poi concentrati nella zona di corso XXIII Marzo, via Beltrami e via XX Settembre, dove sono poi stati controllati altri esercizi pubblici, identificando una quarantina di persone, metà delle quali note alle forze dell'ordine, e alcune con a carico misure di prevenzione personali.

Inoltre, nel tardo pomeriggio di ieri sono stati effettuati servizi di controllo esterno e di vigilanza interna appiedata anche al Parco dei Bambini, a seguito di alcune segnalazioni di episodi di illegalità avvenuti nelle scorse settimane: "Il servizio, che sta vedendo la collaborazione anche dei carabinieri, della guardia di finanza e della polizia locale - spiegano dalla Questura - è in corso oramai da una decina di giorni e continuerà anche nei prossimi giorni ed ha una finalità in special modo preventiva, così da ridurre al minimo il rischio che si rinnovino episodi di microcriminalità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carni mal conservate e blatte e rifiuti all'interno del locale: chiuso un mini market a Novara

NovaraToday è in caricamento