Cronaca Borgomanero

L'Agenzia delle Entrate rischia di chiudere: Besozzi scrive al Ministro

Il presidente della Provincia di Novara ha inviato una nota al ministro Padoan, al direttore dell'Agenzia delle Entrate Orlandi e al sottosegretario Biondelli per scongiurare la chiusura dell'ufficio territoriale di Borgomanero

L'ufficio territoriale dell'Agenzia delle Entrate di Borgomanero è tra i 53 in tutta Italia che rischiano di chiudere. La decisione è stata presa dallo stesso Ente nell'ambito del piano di spending review e razionalizzazione di spese e risorse.

Presso la sede della città agognina,  la cui circoscrizione territoriale  comprende 41 comuni, lavorano oltre 30 dipendenti che, oltre a dedicarsi alle attività di informazione e assistenza, si occupano della gestione delle imposte dichiarate e dei controlli formali.

Sulla vicenda era già intervenuto il sindaco di Borgomanero Anna Tinivella, che aveva giudicato la decisione dell'Agenzia delle Entrate "inconcepibile". Ora, della questione si è interessato anche il presidente della Provincia Matteo Besozzi che ha inviato una lettera al Ministro Carlo Padoan, al direttore dell'Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi, al sottosegretario Franca Biondelli e ai sindaci dei Comuni dell'alto novarese che usufruiscono del servizio per scongiurare la chiusura dell'ufficio territoriale di Borgomanero.

Nella nota, Besozzi sottolinea che "tale provvedimento produrrebbe un grave danno per il territorio dell'intera provincia, già fortemente penalizzata dalla recente chiusura dell'ufficio di Arona. Il bacino di utenza attualmente servito dall’ufficio di Borgomanero assorbe ben 41 comuni (circa la metà del totale dei comuni della provincia) che, oltre a rappresentare nel complesso una popolazione di 114.271 abitanti (un terzo della popolazione della provincia), comprendono realtà economiche, produttive ed artigianali che costituiscono un polo di insediamenti di fondamentale importanza strategica per lo sviluppo del territorio".

"La soppressione dell’ufficio di Borgomanero - ha aggiunto Besozzi nella lettera - determinerebbe inevitabili disagi all’utenza, costretta a lunghi spostamenti con conseguenti costi aggiuntivi e dispendio di tempo, ed inoltre comporterebbe l’assorbimento del notevole carico di lavoro da parte degli uffici di Novara con il rischio di penalizzare l’intero servizio. Intendo rappresentare e condividere la posizione dei Comuni della zona interessata, che hanno espresso la loro netta contrarietà alla chiusura della sede di Borgomanero, e chiedo che sia valutata la possibilità di mantenere l’ufficio territoriale di Borgomanero".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Agenzia delle Entrate rischia di chiudere: Besozzi scrive al Ministro
NovaraToday è in caricamento