Imprenditori e professionisti clienti del maxi giro di spaccio: pagavano la cocaina con bonifici

L'operazione Alba Novara dei carabinieri ha portato a 5 arresti, per un giro d'affari che si aggira intorno ai 400mila euro

La droga e i contati sequestrati dai carabinieri del reparto operativo e del nucleo investigativo di Novara

Studenti e lavoratori, ma anche imprenditori e stimati professionisti tra i clienti del maxi giro di spaccio scoperto dai carabinieri con l'operazione Alba Novara.

Tutto è partito dal sequestro di due chili di cocaina nello scorso dicembre: l'indagine si è poi allargata e ha portato in carcere 5 persone, che in questi mesi hanno spacciato altri 4 chili di cocaina, per un valore di circa 400mila euro.

I contatti con gli spacciatori avvenivano in bar e locali pubblici: in seguito veniva fornito ai clienti più facoltosi anche un servizio di "consegna a domicilio" in tutta la provincia di Novara. Tra i clienti anche imprenditori e professionisti "insospettabili", che in alcuni casi sono arrivati a pagare migliaia di euro di cocaina con assegni e bonifici, di fatto semplificando il lavoro dei carabinieri, che sono risaliti a tutte le transazioni.

Gli spacciatori, oltre che a Novara, erano attivi anche a Cameri, Caltignaga, Oleggio, Dormelletto, Momo, Sologno, Bellinzago, Romentino, Caltignaga e Cerano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, scuole chiuse e manifestazioni sospese a Novara: l'ordinanza del Comune

  • Coronavirus, tende da campo davanti al pronto soccorso di Novara

  • Coronavirus, tre casi probabili a Novara: famiglia in isolamento in ospedale

  • Coronavirus, in Piemonte un caso confermato: negativi gli altri 15

  • Incidente a Novara, è morto il bambino investito in corso Trieste

  • Incidente mortale in corso Trieste, il piccolo Achref travolto da una moto mentre era in bicicletta

Torna su
NovaraToday è in caricamento