Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca Sant'Andrea / Corso Risorgimento

Novara, preso anche il complice della violenta rapina alla pizzeria di corso Risorgimento

Arrestato un altro giovane italiano, che avrebbe picchiato il titolare e il dipendente del locale

Il primo uomo che aveva tentato di rapinare una pizzeria di corso Risorgimento era stato arrestato già poche ore dopo l'irruzione nel locale: ora la polizia ha fermato anche il complice.

I fatti 

Intorno alle 23.30 di martedì 5 dicembre due uomini, a volto coperto, sono entrati in una pizzeria di corso Risorgimento e hanno minacciato il proprietario con una pistola. Il titolare ha reagito ed è stato aggredito da uno dei due, a cui però è riuscito a strappare il cappuccio che gli copriva il volto. Nel frattempo è intervenuto anche il dipendente del locale, che è finito anche lui malmenato e picchiato dai due rapinatori. I ladri sono poi fuggito, dopo aver di nuovo estratto la pistola, e si sono dileguati riuscendo a rubare solo un portafogli.

Le indagini

Il titolare ha però riconosciuto, pur non sapendo il nome, uno dei due malviventi e sono scattate le indagini: già poche ore dopo il primo rapinatore è finito in manette. La polizia ha arrestato il 20enne italiano nella sua abitazione, dove è stata ritrovata anche l'arma, una pistola a gas. Le indagini sono proseguite e nella mattinata di giovedì gli agenti sono riusciti a risalire anche al secondo rapinatore. Si tratti di un altro 20enne, anche lui italiano, che ora si trova insieme al complice nel carcere di via Sforzesca. Sull'identità dei due vige il massimo riserbo, visto che sono ancora in corso accertamenti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, preso anche il complice della violenta rapina alla pizzeria di corso Risorgimento
NovaraToday è in caricamento