Con "Net for neet" le idee dei giovani novaresi trovano "casa"

Al via il contest che dà l'opportunità agli adolescenti della città di potersi esprimere e di proporre le proprie idee e iniziative da realizzare con e per i giovani

E' partito ufficialmente lo scorso 12 ottobre il progetto "Net for Neet" che coinvolge direttamente i giovani della città, chiamati in causa per trovare e realizzare, insieme al Comune, una serie di iniziative rivolte proprio a loro.

Il progetto, che ha ottenuto un contributo da parte di Anci di 80mila euro, lavora su due distinte fasce di età: gli adolescenti dai 16 ai 21 anni (il 5,42 % del totale della popolazione cittadina) e i giovani dai 22 ai 30 anni (9,30%). Gli obiettivi principali sono due: da un lato per la fascia adolescenziale, quello di lavorare alla realizzazione di una "casa", un luogo fisico a cui i ragazzi possano rivolgersi in caso di difficoltà temporanee, per reperire informazioni, per trovare un supporto psicologico e sociale nel costruirsi un orizzonte futuro. La fascia giovanile sarà invece coinvolta in un processo di creazione di nuove proposte culturali dedicate, anche con l’obiettivo di costruire una rete di servizi e attività culturali per la città, anche con lo strumento delle borse lavoro.

In particolare, questa prima fase del progetto interessa gli adolescenti della città, che sono stati coinvolti dall'amministrazione nel contest "Accendi il tuo futuro", attraverso il quale possono proporre al Comune e alla città idee realizzabili che, se valide, troveranno spazio a Casa della Porta, la sede del progetto "Net for Neet". Con questo contest il Comune vuole dare ai giovani della città l'opportunità, e gli spazi, per potersi esprimere e per poter realizzare i loro progetti. 

E sono già una quarantina i video caricati sulla pagina Facebook del contest, ma c'è tempo fino al 13 novembre per candidare la propria idea e sperare che possa essere scelta fra le prime 10 e diventare così realtà. 

Il contest è aperto alla partecipazione di tutti i ragazzi di età compresa tra i 16 e i 21 anni, residenti a Novara o che frequentano una scuola in città. La proposta, che va raccontata in un breve video, deve fare riferimento a una di queste 5 aree tematiche: connettersi, scoprire, imparare, creare, confrontarsi. 

Un'apposita giuria selezionerà i 20 video migliori, ma poi la parola passerà alla rete: i video con più "mi piace" avranno la possibilità di raccogliere altri punti. I 10 video che otterranno il maggior punteggio saranno decretati vincitori del contest e le proposte formulate diverranno realtà nella successiva fase del progetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Incidente sul lavoro a Novara: morto un operaio di 36 anni

  • Coronavirus, decreto per Natale: no agli spostamenti tra comuni e regioni per le feste

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

  • Dpcm del 3 dicembre, le nuove regole per Natale 2020: cosa cambia a Novara

Torna su
NovaraToday è in caricamento