menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Controlli della Forestale al polo logistico di Trecate, contestata violazione amministrativa per 32mila euro

I carabinieri hanno contestato la mancata esecuzione degli interventi compensativi previsti per la trasformazione del bosco

Mercoledì 9 dicembre i carabinieri forestali delle Stazioni di Borgolavezzaro e Novara hanno contestato, al responsabile della ditta competente per la progettazione ed esecuzione del polo logistico di Trecate, una sanzione amministrativa con pena pecuniaria di 32.200 euro.

Secondo quanto comunicato in una nota della Forestale, è stata contestata la mancata esecuzione degli interventi compensativi previsti per la trasformazione del bosco. Interventi che erano stati preventivati a compensazione dell’impatto ambientale dell’opera ed a sua mitigazione.

"Si tratta di misure - spiegano i forestali - che la legge regionale del Piemonte ha introdotto al fine di ridurre l’impatto ambientale delle opere sulle aree naturali e, nel caso specifico, su limitrofa zona boscata. La sanzione ha carattere proporzionale. Essa, infatti, viene commisurata all’entità dell’inadempimento. Nel caso di specie, è risultata particolarmente gravosa posto che, l’area dove è stata riscontrata la mancata compensazione, è molto ampia, di circa 5 ettari".

L’accertamento di mercoledì segue quello effettuato nel luglio del 2019, quando i carabinieri forestali di Borgolavezzaro, sempre all’interno della stessa area, avevano rilevato il mancato avvio di specifica procedura di Valutazione di impatto ambientale: "L’anzidetta valutazione - sottolineano i carabinieri forestali - era necessaria ed obbligatoria, a norma di legge, in considerazione delle dimensioni dell’opera e delle sue presumibili ricadute paesaggistiche e territoriali. In quel caso, la contestazione non prevedeva la possibilità di un pagamento in forma ridotta, ma l’applicazione di una sanzione, da irrogarsi ad opera della Regione Piemonte, per un controvalore fissato dalla legge da un minimo edittale di 35mila ad un massimo di 100mila euro".

Entrambe le violazioni sono state contestate contro la ditta proponente l’intervento costruttivo del polo logistico, responsabile di ogni profilo amministrativo, esecutivo e gestionale del progetto stesso.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, fino a quando il Piemonte sarà in zona arancione?

Attualità

Coronavirus, il Piemonte di nuovo in zona arancione dal 17 gennaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento