Coronavirus: calano ricoveri e contagi in Piemonte, a Novara chiude un reparto Covid (che riapre a Galliate)

Sono in tutto 1617 i nuovi casi positivi registrati in regione, 96 i ricoveri in meno rispetto a ieri. Nelle ultime 24 ore si sono registrati altri 64 decessi

Foto di repertorio

Calano ancora i contagi da Covid-19 e i ricoveri in Piemonte. Nel bollettino di aggiornamento di oggi, martedì 1° dicembre, l'Unità di crisi della Regione ha infatti comunicato che sono 1617 (di cui 710, il 43,9%, asintomatici) i nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 in Piemonte, pari al 9,6% dei 17016 tamponi eseguiti.

Dei 1617 nuovi casi (+99 nel novarese e +47 nel Vco), 435 sono stati rilevati dopo screening, 750 sono contatti di caso, 432 con indagine in corso; per quanto riguarda l'ambito: 268 in Rsa/Strutture socio-assistenziali, 57 in ambito scolastico, 1292 nella popolazione generale.

Coronavirus: il bollettino di ieri

Il totale dei casi positivi sul territorio regionale diventa quindi 169133, così suddivisi su base provinciale: 14615 ad Alessandria, 7831 ad Asti, 5854 a Biella, 23325 a Cuneo, 13002 a Novara, 90098 a Torino, 6401 a Vercelli, 5550 nel Vco, oltre a 938 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 1519 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I tamponi diagnostici finora processati sono 1 milione e 575753 (+17016 rispetto a ieri), di cui 797141 risultati negativi.

Diminuiscono i pazienti ricoverati in ospedale

Secondo il bollettino di oggi, martedì 1° dicembre, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 377 ( -11 rispetto a ieri), mentre i ricoverati non in terapia intensiva sono 4652 (-85 rispetto a ieri). In calo anche le persone in isolamento domiciliare, che sono 67240 (-2578 rispetto a ieri).

+64 decessi nelle ultime 24 ore

Sono 64 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di crisi della Regione Piemonte, di cui 9 verificatisi oggi, martedì 1° dicembre. Il totale è quindi ora 6303 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 945 ad Alessandria, 374 ad Asti, 287 a Biella, 698 a Cuneo, 554 a Novara, 2874 a Torino, 310 a Vercelli, 195 nel Vco, oltre a 66 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte.

Oltre 4mila nuovi guariti

L'Unità di crisi ha inoltre comunicato che i pazienti guariti sono complessivamente 90561 (+4227 rispetto a ieri) così suddivisi su base provinciale: 7025 Alessandria, 4591 Asti, 2759 Biella, 10772 Cuneo, 5924 Novara, 52368 Torino, 3405 Vercelli, 2737 Vco, oltre a 481 extraregione e 499 in fase di definizione.

La situazione nel novarese

Scendono ancora i ricoveri a Novara. Secondo quanto comunicato dall'azienda ospedaliero-universitaria, oggi sono 201 (-13 rispetto a ieri) i pazienti ricoverati all'ospedale Maggiore: 29 si trovano in terapia intensiva, 20 in subintensiva, 39 a Galliate, 11 in Malattie infettive, 102 nei vari reparti Covid. Nelle ultime 24 ore si sono purtroppo anche registrati altri 6 decessi: si tratta di 3 uomini di 81, 71 e 68 anni e 2 donne di 84, 81 e 69 anni. Sono infine 11 i pazienti dimessi e 9 quelli trasferiti in altre strutture.

L'ospedale Maggiore ha inoltre comunicato, con una nota stampa, che "seguendo le indicazioni regionali, che chiedono agli ospedali di riprendere, quando possibile, alcune delle attività sospese in questa seconda fase dell’epidemia Covid", l’azienda ospedaliero-universitaria di Novara ha aperto un nuovo reparto Covid nella sede di Galliate, dopo lavori di adeguamento tecnico di una struttura che da tempo non era utilizzata per la degenza. Un’operazione che è stata possibile, precisano dal Maggiore, grazie all’attivazione delle procedure di assunzione di 40 infermieri, dopo che era stata anticipata la sessione di laurea delle professioni infermieristiche. Nel contempo, nella sede centrale di Novara viene chiuso un reparto Covid, quello al secondo piano del Padiglione C, e i pazienti Covid vengono trasferiti nel nuovo spazio di Galliate. "L’obiettivo - sottolineano dal Maggiore - è quello di rispondere al meglio a quelli che sono i compiti di un ospedale hub come l’Aou di Novara: infatti al secondo piano del Padiglione C vengono riaperte le Strutture di chirurgia 1 e 2".

All'ospedale di Borgomanero sono 64 i pazienti ricoverati, di cui 18 in terapia intensiva e 21 in subintensiva. Nelle ultime 24 ore si sono inoltre registrati 2 nuovi decessi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: il cambio di colore sarà sabato o domenica?

  • Coronavirus, il Piemonte rischia la zona arancione

  • Incidente a Trecate, camion perde il carico e travolge tre auto: un ferito incastrato nell'abitacolo

  • Coronavirus, cosa è consentito fare in zona arancione: le regole per Novara e il Piemonte

  • Novara, tragedia al centro commerciale: si sente male e muore alle casse dell'Ipercoop

  • Dpcm: le nuove regole per asporto, spostamenti, sci e scuole. Piemonte verso la zona arancione

Torna su
NovaraToday è in caricamento