Coronavirus: 120 nuovi ricoveri in Piemonte nelle ultime 24 ore, nel novarese +92 casi positivi

Sono 27 i nuovi contagi nel Vco, mentre a livello regionale si registra un +1550. Undici i decessi registrati nelle ultime 24 ore, e a Galliate apre un altro reparto Covid

Foto di repertorio

Sono 49668 (+1550 rispetto a ieri, di cui 799, il 52%, asintomatici) i casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte. Lo ha comunicato la Regione nel bollettino di aggiornamento di oggi, giovedì 22 ottobre. Dei 1550 nuovi casi (+92 nel novarese e +27 nel Vco): 564 sono stati rilevati dopo screening, 515 sono contatti di caso, 471 con indagine in corso. Per quanto riguarda l'ambito in cui sono stati rilevati i nuovi contagi: 94 nelle Rsa/Strutture socio-assistenziali, 194 nelle scuole, 1262 nella popolazione generale. I casi importati sono 6 su 1550.

La suddivisione complessiva su base provinciale diventa: 5330 ad Alessandria, 2593 ad Asti, 1601 a Biella, 5683 a Cuneo, 4400 a Novara, 25785 a Torino, 2014 a Vercelli, 1466 nel Vco, oltre a 377 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 419casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

Coronavirus: il bollettino di ieri

Oltre 100 nuovi ricoveri nelle ultime 24 ore

Nel bollettino di oggi, giovedì 22 ottobre, la Regione segnala che i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono saliti a 79 (+5 rispetto a ieri), mentre i ricoverati non in terapia intensiva sono 1226 (+115 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono invece 13475 (+1225 rispetto a ieri). Infine, i tamponi diagnostici finora processati sono 906964 (+11565 rispetto a ieri),di cui 487.794 risultati negativi.

Tornano a salire i decessi

Sono 11 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di crisi della Regione Piemonte, di cui nessuno verificatosi oggi, giovedì 22 ottobre. Il totale sale così a 4227 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 693 ad Alessandria, 258 ad Asti, 218 a Biella, 404 a Cuneo, 395 a Novara, 1855 a Torino, 230 a Vercelli, 133 nel Vco, oltre a 41 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

Sale, anche se meno velocemente, il numero dei pazienti guariti

Oggi, giovedì 22 ottobre, l’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti sono 29708 (+95 rispetto a ieri), così suddivisi su base provinciale: 3618 (+15) ad Alessandria, 1670 (+0) ad Asti, 933 (+2) a Biella, 2982 (+19) a Cuneo, 2804 (+9) a Novara, 15019 (+46) a Torino, 1422 (+4) a Vercelli, 1050 (+0) nel Vco, oltre a 210 (+0) provenienti da altre regioni. Nel bollettino la Regione non parla più di doppio tampone di verifica per dichiarare un paziente virologicamente guarito, ma si segnalano comunque ancora 953 pazienti "in via di guarigione".

La situazione a Novara

Salgono a 45 (+14 rispetto a ieri) i pazienti ricoverati all'ospedale Maggiore di Novara, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati anche due nuovi decessi: si tratta di un uomo di milano del 1939 e una donna del Vco del 1949. Per quanto riguarda i ricoveri: un paziente è in terapia intensiva, 7 si trovano in terapia subintensiva, 14 nel reparto di Malattie infettive e 23 nel reparto Covid.

Inoltre, dal Maggiore segnalano che "la pressione cui è sottoposta l'azienda ospedaliero-universitaria, ha portato la direzione a predisporre l'attivazione di un reparto Covid presso la sede di Galliate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Cirio: "Piemonte in zona arancione", ma gli ospedali sono al limite e non si fanno tamponi agli asintomatici

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

  • Coronavirus, cinque decessi tra Novara e Borgomanero: i ricoverati in provincia sono 354

Torna su
NovaraToday è in caricamento