Coronavirus, troppi pazienti all'ospedale di Novara: chiuso per tre ore il pronto soccorso

Pressione troppo alta a causa del covid, pazienti dirottati a Vercelli

Foto di repertorio

Troppi pazienti chiedono cure urgenti e il pronto soccorso, già fortemente sotto stress, è costretto a chiudere gli accessi per tre ore.

É successo ieri sera, giovedì 5 novembre, all'ospedale Maggiore di Novara. Intorno alle 19 l'afflusso di pazienti, praticamente tutti casi di sospetto covid, ha mandato in crisi il pronto soccorso: con oltre 50 persone in attesa di essere visitate la direzione dell'ospedale ha preso la decisione di bloccare gli ingressi. Le persone in attesa di cure sono state dirottate a Vercelli, l'ospedale più vicino. Alle 22, dopo aver smistato i pazienti in diversi reparti, il pronto soccorso ha riaperto ma non si esclude, se la situazione non migliorerà, che possa capitare di nuovo.

All'ospedale Maggiore i numeri di ricoveri di pazienti covid hanno raggiunto gli stessi livelli di questa primavera, con 181 ricoverati: proprio ieri, giovedì 5 novembre, è stato aperto un nuovo reparto covid nel padiglione A, che si aggiunge ai reparti già aperti nel padiglione C e nella struttura di ortopedia, oltre al reparto dedicato di Malattie infettive e a quello nell'ospedale di Galliate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Coronavirus, nuova ordinanza del ministro Speranza: il Piemonte passa in zona arancione

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Nuovo Dpcm Natale 2020: le regole allo studio per pranzi, cene e parenti

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

Torna su
NovaraToday è in caricamento