Cronaca

Coronavirus, nuovo Dpcm: possibili zone rosse in città scelte dai sindaci

Continuano le lezioni in presenza. Per le palestre e le piscine decisione rimandata di una settimana.

Coprifuoco in città? Saranno i sindaci a deciderlo. Dopo oltre tre ore di attesa Giuseppe Conte ha dato voce al nuovo Dpcm, che sarà firmato a breve e che entrerà in vigore domani, lunedì 19 ottobre. Tra i temi tanto attesi la movida, la scuola e lo sport.

Coprifuoco in città

Saranno i sindaci a stabilire se necessario la chiusura di vie e piazza dove si creano assembramenti dopo le 21 e gli accessi saranno disponibili solo a chi raggiunge esercizi commerciali o abitazioni private. 

Scuola

Le attività scolastiche continueranno in presenza per quanto riguarda la scuola primaria e le medie, per le scuole superiori sono favorite modalità più flessibili con ingresso degli alunni a partire dalle 9 e con turni pomeridiani laddove possibile. Lo stesso avverrà con le università. 

Sport

“Rimane vietato lo sport da contatto a livello amatoriale e non sono consentite gare e competizioni dell’attività sportiva dilettantistica di base. Saranno però consentiti attività in forma individuale e rimarrà consentita come già adesso l’attività sportiva professionistica afferente alle varie federazioni” ha detto Conte. Per quanto riguarda le palestre, comprese le attività e la piscina, il Governo, dopo un confronto con il comitato tecnico scientifico, si è dato appuntamento fra una settimana per dare possibilità di adeguare tutti i protocolli nel massimo rispetto delle regole a tutte quelle strutture che ancora non sono “a regime”. Qualora ciò non dovesse accadere sarà chiusura totale.  

La ristorazione

I ristoranti e i locali potranno somministrare cibo dalle 5 del mattino alla mezzanotte se la consumazione avverrà ai tavoli, altrimenti fino alle 18. Non ci sono vincoli per la consegna a domicilio. Nei ristoranti ci si potrà sedere al massimo in sei per tavolo e ogni esercizio dovrà disporre all’ingresso il numero totale di persone che potranno entrare. 

Le sale gioco, scommesse e bingo saranno aperti fino alle ore 21. Vietate inoltre le sagre e le fiere locali. Per quanto riguarda il lavoro favorito lo smartworking. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nuovo Dpcm: possibili zone rosse in città scelte dai sindaci

NovaraToday è in caricamento