Coronavirus, al Maggiore in funzione due nuovi strumenti salvavita

Sono stati collaudati e sono entrambi in funzione nella struttura di Anestesia e Rianimazione

I macchinari con il personale sanitario

Una catena di solidarietà meravigliosa. Sono stati collaudati e sono in funzione nella struttura di Anestesia e Rianimazione del Maggiore i due Ecmo frutto di due donazioni. Si tratta di strumenti fondamentali per la terapia salvavita in pazienti con grave insufficienza respiratoria acuta.

Coronavirus, personale sanitario: oltre 2 mila persone da inizio emergenza

Le donazioni arrivano dalle sorelle Florinda e Tiziana Martena, titolare di Electronic System e dalla collaborazione tra la Fondazione “Franca Capurro per Novara” (di cui è presidente Filippo Arrigoni) e quattro giovani novaresi (Giulia Dalloni, Gabriele Mantica, Carlotta e Rachele Campanini) che avevano aperto una campagna di raccolta fondi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, +693 casi positivi in Piemonte: a Novara scendono i ricoverati

“L’Ecmo è un sistema che preleva il sangue e attraverso pompe meccaniche lo invia a un ossigenatore che svolge in sostanza la funzione di polmone e poi lo reinvia all’interno del circolo arterioso – ha spiegato il professore Francesco Della Corte che dirige la struttura -  inoltre sostiene anche il sistema circolatorio, analogamente alla macchina cuore-polmoni utilizzato nella chirurgia a cuore aperto. Per questo l’Ecmo, una volta finita l’emergenza coronavirus, potrà essere utilizzata per il trattamento di altre forme di insufficienza respiratoria e di scompenso cardiaco acuto, nonché per il mantenimento del donatore d’organo a cuore non battente, cosa che potrà facilitare l’aumento del numero di trapianti nel nostro ospedale”.

Coronavirus, cambio di rotta in Piemonte: dalla linea dura alla proposta di riapertura

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, da lunedì 26 ottobre a Novara (di nuovo) niente più visite e ricoveri non urgenti

  • Coronavirus, coprifuoco in Piemonte dalle 23 alle 5: la nuova autocertificazione

  • Cambio dell'ora, torna quella solare: si dorme un'ora in più

  • Coronavirus, in Piemonte tamponi rapidi a pagamento anche per i privati cittadini

  • Coronavirus, da lunedì anche in Piemonte coprifuoco dalle 23 alle 5

  • Coronavirus, troppi ricoveri a Novara: riapre un reparto covid al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento