Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Coronavirus, al Maggiore in funzione due nuovi strumenti salvavita

Sono stati collaudati e sono entrambi in funzione nella struttura di Anestesia e Rianimazione

I macchinari con il personale sanitario

Una catena di solidarietà meravigliosa. Sono stati collaudati e sono in funzione nella struttura di Anestesia e Rianimazione del Maggiore i due Ecmo frutto di due donazioni. Si tratta di strumenti fondamentali per la terapia salvavita in pazienti con grave insufficienza respiratoria acuta.

Coronavirus, personale sanitario: oltre 2 mila persone da inizio emergenza

Le donazioni arrivano dalle sorelle Florinda e Tiziana Martena, titolare di Electronic System e dalla collaborazione tra la Fondazione “Franca Capurro per Novara” (di cui è presidente Filippo Arrigoni) e quattro giovani novaresi (Giulia Dalloni, Gabriele Mantica, Carlotta e Rachele Campanini) che avevano aperto una campagna di raccolta fondi.

Coronavirus, +693 casi positivi in Piemonte: a Novara scendono i ricoverati

“L’Ecmo è un sistema che preleva il sangue e attraverso pompe meccaniche lo invia a un ossigenatore che svolge in sostanza la funzione di polmone e poi lo reinvia all’interno del circolo arterioso – ha spiegato il professore Francesco Della Corte che dirige la struttura -  inoltre sostiene anche il sistema circolatorio, analogamente alla macchina cuore-polmoni utilizzato nella chirurgia a cuore aperto. Per questo l’Ecmo, una volta finita l’emergenza coronavirus, potrà essere utilizzata per il trattamento di altre forme di insufficienza respiratoria e di scompenso cardiaco acuto, nonché per il mantenimento del donatore d’organo a cuore non battente, cosa che potrà facilitare l’aumento del numero di trapianti nel nostro ospedale”.

Coronavirus, cambio di rotta in Piemonte: dalla linea dura alla proposta di riapertura

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, al Maggiore in funzione due nuovi strumenti salvavita

NovaraToday è in caricamento