Coronavirus, cosa cambia a Novara: eventi e spettacoli rimandati, arriva il centro operativo per gli anziani

La proposta anche di scontare le rette degli asili. Cosa è aperto e cosa no in questi giorni in città

Fiera di marzo spostata, spettacoli del Coccia sospesi, impianti comunali chiusi al pubblico, ma non solo: arriva il Centro operativo in aiuto agli anziani e si pensa alla rateizzazione delle tasse comunali e alla sospensione delle rette degli asili nido.

Dopo il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che ieri ha dato indicazioni nazionali sulla sospensione degli eventi delle attività didattiche nelle scuole anche a Novara ci saranno dei cambiamenti.

Coronavirus; il bilancio dei casi in Piemonte

Gli eventi sospesi e rimandati

Come ha spiegato Canelli in una diretta Facebook sono numerosi gli eventi che sono stati bloccati o rimandati. Gli spettacoli teatrali del Coccia sono stati sospesi per rispettare la normativa che prevede almeno un metro di distanza tra gli spettatori. "Dato che alcuni spettacoli erano sold out e quindi il teatro sarebbe stato pieno, si è deciso di sospendere le rappresentazioni" ha spiegato.

Il Faraggiana invece continuerà "garantiremo la disposizione ministeriale di lasciare una poltrona libera davanti, dietro ed in fianco ad ogni spettatore (ed in questo anche il pubblico dovrà aiutarci) - spiegano dal teatro - ma cinema e teatro continuano. Stiamo facendo il possibile per non interrompere la nostra proposta culturale verso la città e abbiamo bisogno della collaborazione di tutti".

Anche la tradizionale Fiera di Marzo, che avrebbe portato in città decine di bancarelle nella prima domenica del mese, è stata rimandata a maggio.

Aperti invece i cinema, che però dovranno rispettare la "regola del posto vuoto" tra uno spettatore e l'altro.

Coronavirus, primo caso a Novara città

Uffici comunali affollati: no a richieste non urgenti

“Abbiamo notato, in questi giorni - ha spiegato Canelli – una fortissima affluenza di persone che, nonostante le misure precauzionali, si presentano in Comune, all’Anagrafe o allo Stato Civile, per pratiche non urgenti e comunque differibili nel tempo, creando ingorghi all’ingresso e inutili attese. L’invito è dunque quello di trovare il giusto equilibrio, cercando di recarsi in Comune solo se strettamente necessario, per evitare code come quelle che abbiamo visto in questi giorni all’esterno di Palazzo Cabrino".

Quindi l’ufficio relazioni con il pubblico resterà chiuso al pubblico, ma sarà raggiungibile telefonicamente al numero 800500257.  I cittadini potranno accedere ai servizi anagrafe e stato civile solo su appuntamento (per le carte di identità elettroniche e residenze già prenotate) e per ottenere o ritirare documenti urgenti e improrogabili. Per la prenotazione delle carte di identità elettroniche si invitano gli utenti ad utilizzare il sito del Ministero (https://www.prenotazionicie.interno.gov.it). Tutti i certificati sostituibili da autocertificazioni, sono ottenibili in autonomia, on-line dal sito https://www.anpr.interno.it/portale/web/guest/a-cittadini.

Coronavirus, clinicamente guarita la famiglia di Borgo Ticino

Arriva il Centro operativo comunale per anziani

Da giovedì 5 marzo sarà attivo, nella sede delle Croce Rossa di corso XXIII Marzo, il Coc, Centro operativo comunale. Come ha spiegato Canelli al centro ci saranno degli operatori che risponderanno al telefono per ascoltare le richieste della fascia più anziana della popolazione, a cui è stato chiesto di uscire di casa il meno possibile perchè più a rischio in caso di contagio.

"Il Coc è a disposizione per fornire informazioni e una serie di attività si supporto, come ad esempio la consegna della spesa a domicilio o di farmaci, per far sì che gli anziani escano il meno possibile" ha spiegato Canelli.

Coronavirus, il piano di emergenza della rete ospedaliera piemontese

Sospensione delle tasse e delle rette degli asili in arrivo?

In aiuto alle attività commerciali in difficoltà arriva la proposta di rateizzare le imposte comunali o di sospendere la Tosap per chi ha subito un calo di incassi in queste settimane. "Chiederemo la rateizzazione al Governo, servono interventi per aiutare le attività".

E per quanto riguarda le rette degli asili comunali invece si pensa ad un rimborso o a una sospensione dei pagamenti per le prossime settimane, così che le famiglie possano recuperare i giorni non sfruttati. Canelli ha poi fatto un appello ai datori di lavoro, perchè lascino la possibilità di qualche ora di congedo al giorno ai genitori di figli piccoli per non dover pagare una baby sitter.

Coronavirus, al via l'igienizzazione delle scuole

Palestre e piscine comunali chiuse

Rimane valida l'ordinanza emessa martedì per gli impianti sportivi comunali. “Negli impianti sportivi pubblici siti sul territorio comunale è consentito il solo svolgimento delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina nonché lo svolgimento degli allenamenti finalizzati alla partecipazione a competizioni sportive, purché gli atleti risultino iscritti alla data del 22/02/2020 a società sportive già presenti nella struttura ed a condizione che le attività si svolgano a porte chiuse con l'inibizione di qualsivoglia affluenza di pubblico, fatta salva la specifica autorizzazione a svolgere la competizione agonistica sportiva con libero accesso del pubblico di competenza delle Federazioni Sportive Nazionali”.

Anche la Igor Volley disputerà i suoi prossimi match al Pala Igor a porte chiuse.

Le palestre e gli impianti sportivi privati invece rimarranno aperti al pubblico, anche se potrebbero esserci delle limitazioni di affluenza, sempre per evitare il contatto troppo ravvicinato tra le persone. 

Coronavirus, le iniziative della Regione per l'economia piemontese

Attività didattiche sospese

Scuole chiuse per gli studenti, ma aperte per personale Ata e insegnanti. In questi giorni, dopo la decisione di prolungare la sospensione delle attività didattiche fino all'8 marzo e poi il decreto nazionale che ha deciso la chiusura di tutte le scuole e università fino al 15 marzo, sono tanti gli insegnanti che si stanno organizzando per fare lezioni on line.

Intanto prosegue l'igienizzazione degli edifici scolastici da parte dei collaboratori

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Coronavirus, nuova ordinanza del ministro Speranza: il Piemonte passa in zona arancione

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

Torna su
NovaraToday è in caricamento