Coronavirus, nuova tenda pre-triage all'ospedale Maggiore di Novara

Collocata tra il padiglione A e il padiglione B, va a sostituire quella più piccola installata davanti al Dea. Alla nuova tenda deve fare riferimento chiunque indenta rivolgersi al pronto soccorso

La nuova tenda installata all'ospedale Maggiore - Foto di Andrea Marangon

Nuova tenda da campo all'ospedale Maggiore di Novara. Dalle 19 di ieri, martedì 25 febbraio, è infatti attiva la nuova tenda pre-triage Coronavirus, collocata tra il padiglione A e il padiglione B, che va a sostituire quella più piccola installata all’ingresso del pronto soccorso da Baluardo D’Azeglio.

Secondo quanto comunicato dall'azienda ospedaliero-universitaria, a questa nuova tenda deve far riferimento, così come indicato dalla Regione, chiunque intenda rivolgersi al pronto soccorso, sia quello per adulti che l'ostetrico o il pediatrico.

Coronavirus, come funziona la tenda pre-triage?

Il pre-triage procede a screenare i pazienti per il Coronavirus e rinviarli, se non sospetti, ai pronto soccorso di competenza. L’obiettivo è quello di un unico filtro a cui inviare tutti i pazienti che si rivolgono al pronto soccorso, per identificare quelli con sospetta infezione da Coronavirus (caso sospetto o contatto stretto) e indirizzarli nei percorsi a loro dedicati.

Coronavirus, la Regione chiarisce i punti dell'ordinanza: cosa chiude e cosa no in Piemonte

Le modalità operative

Il paziente che giunge con ambulanza con sanitari a bordo NON deve raggiungere la tenda dal momento che il triage, secondo disposizioni, è già stato effettuato in ambulanza. L’ambulanza in urgenza si reca come da prassi in "camera calda" e segue i percorsi attualmente in uso.

Il paziente che giunge con ambulanza senza sanitari a bordo viene portato alla tenda passando dall’ingresso di largo Bellini. Eventuali ambulanze che giungono in "camera calda" (ingresso dal baluardo) sono dirottate alla tenda utilizzando il passaggio del cancello in fondo alla discesa della "camera calda".

Coronavirus, al centro prelievi potranno accedere solo 30 persone per volta

Il paziente che arriva con mezzo proprio viene indirizzato da appositi cartelli alla tenda passando dall’ingresso di largo Bellini o, nel caso arrivi alla "camera calda", viene dirottato alla tenda utilizzando il passaggio del cancello in fondo alla discesa della "camera calda".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il paziente che arriva a piedi viene indirizzato da appositi cartelli alla tenda passando dall’ingresso di largo Bellini o da corso Mazzini; nel caso arrivi alla "camera calda", viene dirottato alla tenda utilizzando il passaggio del cancello in fondo alla discesa della "camera calda".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, dal 3 giugno niente più mascherina obbligatoria all'aperto in Piemonte

  • Le spiagge più belle del Lago D'orta

  • Tragedia a Romagnano Sesia, 22enne annegato nel Sesia

  • Domodossola: addio alla pianista Alice Severi, ex bambina prodigio della musica

  • Novara, c'è la data ufficiale di apertura del supermercato Aldi in corso della Vittoria

  • Elettrocardiogrammi: dal 3 giugno necessaria la prenotazione per effettuare l'esame

Torna su
NovaraToday è in caricamento