Coronavirus, al Maggiore nuovi posti letto per i pazienti positivi

Anche tante nuovi assunzioni a tempo indeterminato per specializzandi, infermieri e operatori del settore

Riorganizzazione e nuove assunzioni. Così il Maggiore di Novara sta fronteggiando l’emergenza Coronavirus. Una riorganizzazione interna ha consentito di creare 66 nuovi posti letto dedicati ai pazienti positivi al virus. 

Coronavirus: in Piemonte assunti i primi 29 specializzandi, in arrivo nuovi medici

E anche nuove assunzioni, a tempo determinato, per specializzandi e per infermieri professionali e operatori socio sanitari. Per quanto riguarda gli specializzandi si contano otto anestesisti, quattro specializzandi in medicina d’urgenza, un infettivologo, un pneumologo, un radiologo e due tecnici di laboratorio per la struttura di microbiologia, ciascuno dei quali avrà un contratto di sei mesi. Tempo determinato per 70 infermieri e 56 operatori, tramite le graduatorie già esistenti. Se qualche posto dovesse rimanere libero, verrà indetto un bando.

Coronavirus, a Novara i medici in piensione pronti a tornare in ospedale come volontari

Novità anche per la visita ai ricoverati: l’unica fascia consentita è quella 12-14 per un solo parente e sempre e solo se consentita dai direttori di struttura. Il consiglio dell’ospedale è comunque quello di rimanere a casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

  • Ahmadreza Djalali, si avvicina la pena di morte per il ricercatore novarese detenuto in Iran

  • Coronavirus, ancora 7 decessi negli ospedali di Novara e Borgomanero

Torna su
NovaraToday è in caricamento