Coronavirus, "Fase 2": riaprono palestre e piscine, come ci si comporta

Rimangono i divieti di avere pubblico e di organizzare eventi e manifestazioni

Foto di repertorio

Al via l’utilizzo delle piscine per gli allenamenti, rimane il divieto di manifestazioni, eventi, feste e intrattenimenti e anche il divieto di accesso del pubblico alle tribune. Si consiglia di organizzare un programma di attività per evitare assembramenti e regolamentare i flussi di persone con prenotazioni ed elenchi da mantenere per 14 giorni.  La regola della distanza vale ovunque, a maggior ragione nelle aree comuni, nelle quali indumenti e oggetti personali dovrannoessere riposti dentro la borsa personale, anche qualora depositati negli appositi armadietti; si raccomanda di non consentire l’uso promiscuo degli armadietti e di mettere a disposizione sacchetti per riporre i propri effetti personali. 

Nelle aree solarium e verdi la densità è calcolata con un indice di non meno di 7 mq di superficie di calpestio a persona. La densità di affollamento in vasca è calcolata con un indice di 7 mq di superficie di acqua a persona. 

Per le piscine estive valgono le regole delle spiagge, ossia regolamentare la disposizione delle attrezzature e dovranno esserci precisi parametri di sostanze nell’acqua per garantire la disinfezione costante, ecco perché si dovrà, prima di aprire la vasca, fare un’analisi chimica e microbioligica, analisi da fare con cadenza almeno mensile. Le piscine saranno aperte anche ai bambini e questo richiede una maggiore attenzione da parte degli accompagnatori per il rispetto del distanziamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E in palestra? Le linee guida si rivolgono a enti locali e soggetti pubblici e privati, comprese le attività fisiche con modalità a corsi. Ci si comporterà come in piscina e in più si aggiunge: obbligo di due metri di distanza in caso di attività fisica, no alla condivisione di borracce e bottiglie e neanche asciugamani, si richiede di usare apposite calzature.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novara, maxi rissa in piazza Martiri: volano sedie e bicchieri

  • Mega incidente alle porte di Novara: scontro tra 7 auto, otto feriti

  • Novara, forte temporale con grandine su città e provincia

  • Elezioni comunali ad Arona, Monti è il nuovo sindaco

  • Arona: ha un malore mentre è a scuola, morto studente di 17 anni

  • Elezioni comunali 2020, tutti i risultati nel novarese e nel Vco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento