menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Coronavirus, aumentano gli hotspot in Piemonte per i tamponi rapidi: due fra Novara e Vco

I punti in tutto sono 12 e sono distribuiti in tutta la regione

Coronavirus, aumentano gli hotspot in Piemonte per i tamponi rapidi: due fra Novara e Vco. A partire da domani, lunedì 16 novembre, saranno 12 in tutto gli hotspot attivi in Piemonte per i test rapidi, aspetto su cui la Regione, insieme alle Asl, punta molto per aumentare la potenzialità di screening e diagnosi. 

I test potranno essere eseguiti su prenotazione dei medici di medicina generale. Fra Novara e Vco ce ne sono due: uno a Novara città in viale Roma 7, uno a Omegna in via Novembre 294. Gli altri dieci punti sono: Allianz Stadium di Torino, largo Giusti 13 a Vercelli alla piastra ambulatoriale, al polo didattico universitario regione Gonzole 10 a Orbassano, ad Avigliana in via Sant’Agostino 5, a Carmagnola in piazza Manzoni 10, a Cavagnolo in via XXIV Maggio 35 vicino al palazzetto dello sport, a Moncalieri in via Vittime di Bologna 20, a Nizza Monferrato in piazza Garibaldi 14, a Pinerolo in viale Grande Torino 7 e a Venaria Reale in via Don Sapino 152. Intanto in questi giorni altri 4 laboratori per processare i tamponi molecolari sono stati aggiunti ai 28 già esistenti in Piemonte, per un totale di 32 (21 pubblici e 11 privati).

 “Ad agosto – ha detto il presidente della regione Piemonte Alberto Cirio - con una gara fatta insieme al Veneto abbiamo acquistato quasi due milioni e mezzo di tamponi rapidi per il nostro sistema sanitario pubblico. Li stiamo usando soprattutto per mantener sicure le nostre Rsa e residenze anziani, monitorando ogni due settimane tutti i loro ospiti e dipendenti, ma anche per velocizzare le diagnosi e la certificazione delle guarigioni, in modo da supportare e alleggerire il sistema dei laboratori e dei Sisp e dare una risposta più immediata a tutti i cittadini che necessitano del tampone”. A fargli da eco Matteo Marnati, assessore regionale alla Ricerca Covid: “In questi giorni si aggiungono a tutti gli hotspot per i tamponi molecolari del Piemonte nuovi punti dedicati per i test rapidi. Continuiamo a potenziare la macchina dei laboratori e degli hotspot per testare il maggior numero possibile di persone, con il grande impegno dei medici e degli infermieri che lavorano nelle nostre Asl”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento