Cronaca

Maltrattamenti ai cani: sì ai danni morali per il padrone

A stabilirlo è stata la Corte di Cassazione, convalidando una condanna a 300 euro di multa nei confronti di un 70enne della provincia di Torino colpevole di aver preso a calci nel 2006 il cane di una donna

I maltrattamenti ai cani si ripercuotono, di conseguenza, sui padroni che possono avvalersi del diritto di essere risarciti.

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, che detto sì ai danni morali per il possessore di un cane che venga maltrattato, condannando a 300 euro di multa un 70enne della provincia di Torino, colpevole di aver preso a calci, il 19 luglio del 2006, il cane di una donna.

Secondo la Corte Suprema, i maltrattamenti al cane provocano sofferenza anche al legittimo proprietario, che pertanto deve essere risarcito per i danni morali riportati.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattamenti ai cani: sì ai danni morali per il padrone

NovaraToday è in caricamento